Archivi categoria: Assemblee

21/1/2018 Continua il processo scrittura regolamento uso civico

Come sarà organizzata Cavallerizza? Come proporre delle attività?
Come funzionerà Cavallerizza? come si prendono le decisioni?
Questi sono l’importante i punti all’ordine del giorno dell‘assemblea del 21 gennaio dalle 17 alle 20. 
Costruiamo insieme una Cavallerizza davvero PER tutt* !
#decidetorino
#usocivico
#partecipa

Annunci

14/1/2018 Processo scrittura regolamento uso civico

 

L’occupazione della Cavallerizza nasce dalla presa di coscienza e dall’impegno di molti cittadini/e che, in questi anni, hanno ridato vita, attraverso attività culturali, ad uno spazio abbandonato dalle istituzioni, un bene protetto dall’UNESCO lasciato preda agli speculatori.

In questi mesi stiamo discutendo sul come usare collettivamente un bene comune a partire dall’esperienza e delle decisioni assembleari prese in questi anni per scrivere insieme un regolamento complessivo che tenga conto delle esigenze e dei desideri di tutt*.

Questo è un momento fondamentale al fine di garantire che Cavallerizza rimanga sempre ispirata a principi di massima partecipazione, accessibilità e trasparenza.

L’obiettivo da realizzare è quello che abbiamo immaginato e sognato in questi anni: una Cavallerizza davvero PER tutt*, una Cavallerizza come strumento di inclusione e solidarietà, una Cavallerizza come centro di sperimentazione socio-culturale.

Se ci tieni al futuro di Cavallerizza, ci vediamo domenica 14 gennaio ore 17:00 negli spazi della Caffetterizza.

ODG: metodi decisionali, funzioni delle assemblee e dei gruppi di lavoro

Qui sul sito alcune delle “istruzioni per l’uso” che in questi mesi andremo ad approfondire e discutere.

Cavallerizza – domeniche di partecipazione https://wp.me/P4FqpN-3c4

Cavallerizza – residenze temporanee artistiche e sociali https://wp.me/P4FqpN-3BE

Cavallerizza – gruppi di lavoro https://wp.me/P4FqpN-3Bp

Cavallerizza – come proporre attività https://wp.me/P4FqpN-3BC

Cavallerizza – uso civico https://wp.me/P4FqpN-3Bw

 

17/12/2017 proseguono i lavori per la scrittura della scrittura del regolamento per l’uso civico

Domenica 17 dicembre alle 17.00 prosecuzione dei lavori del 3/12.

odg:
prosecuzione dei lavori del 3/12 “Cura del Luogo” per la scrittura delle regole dei punti:
1. Cura e manutenzione
2. Attraversabilità
3. Rispetto del territorio
4. Custodia

Vi aspettiamo numerosi #scriviamoinsieme
#cavallerizzaèpertutti
#usocivico

qui i verbali delle precedenti assemblee https://cavallerizzareale.wordpress.com/documenti-scrittura-regolamento-uso-civico/

3/12/2017 Iniziamo la scrittura del regolamento

Domenica 3 dicembre entreremo nel vivo della scrittura del regolamento. Il primo tema all’ordine del giorno sarà “Cura del luogo”
1. Cura e manutenzione
2. Attraversabilità
3. Rispetto del territorio
4. Custodia

26/11/2017 Scriviamo insieme il regolamento di uso civico per Cavallerizza

Oggi, così come è avvenuto in questi anni, sono molti/e i/le cittadini/e che partecipano attivamente alla vita di Cavallerizza o semplicemente fruiscono delle attività e attraversano gli spazi.

Ma sono ancora di più quelli/e che tengono al futuro di questo luogo.

Questo è un appello a tutti/e coloro che credono nella forza e nell’importanza del processo che sta avvenendo.

Nei prossimi tre mesi si apre un importante nuovo capitolo di questa mobilitazione cittadina, che è anche un processo innovativo per la città e a livello nazionale.

In tre anni di autogoverno la comunità aperta, eterogenea, in continuo mutamento che ha animato Cavallerizza ha sperimentato forme di gestione di un bene comune costruendo nuovi strumenti di relazione, di co-creazione artistica e di uso collettivo della Cavallerizza.

Oggi, attraverso questo processo istituente, metteremo nero su bianco i criteri di uso degli spazi, così da renderli ancora più accessibili.

Questo è il momento di unirsi Tutt* intorno un obiettivo comune. Questo è il momento di esserci, per la Cavallerizza!

Da domenica 26 novembre alle 17:00 in Cavallerizza, via Verdi n. 9 Torino

#Cavallerizzapertutti
#ScriviamoInsieme
#Usocivico

Assemblea Cavallerizza 14:45

A seguire uno spettacolo

“Un solo clown” https://www.facebook.com/events/511244339241365/

 

 

 

29/10/2017 Assemblea cittadina – mozione uso civico e regole di partecipazione

Il 26 settembre è stata approvata la mozione che dà la possibilità ad Assemblea Cavallerizza 14:45 di predisporre entro tre mesi un modello di regolamento di uso civico per la Cavallerizza.
Domenica 29 ottobre alle ore 18.30 presenteremo una proposta di regole di gestione del processo di scrittura collettiva.
Per questo invitiamo tutta la cittadinanza e l’Amm.ne a confrontarsi nel merito della mozione per costruire insieme le regole che definiranno il processo di partecipazione.
In allegato il testo della mozione e la proposta di regole di gestione del percorso.

29/9/2017 Assemblea: mobilitarsi al tempo della “gig economy”

Incontro europero dei lavoratori della “gig economy” impegnati in campagne di mobilitazione nel settore delle consegne a domicilio.
VENERDI’ 29 SETTEMBRE

– ore 14.3O *ASSEMBLEA MOBILITARSI AL TEMPO DELLA GIG ECONOMY:
Incontro Europeo dei “rider” in lotta

APPELLO

L’avvento del capitalismo delle piattaforme e con esso dell’economia dei lavoretti (la c.d. gig economy) sembra riaprire con forza l’esigenza di un dibattito sulle condizioni in quel nuovo mondo del lavoro in cui si inseriscono i c.d. precari 4.0, figli della “Quarta Rivoluzione Industriale”. Un mondo nuovo, in cui la tecnologia e le voragini legislative – create ad hoc per favorire la massimizzazione del capitale e dello sfruttamento o secondo il vocabolario del Jobs Act e della Loi Travail “la crescita” – eliminano la stabilità della prestazione lavorativa rendendola on demand, “alla spina”.
Il posto di lavoro non esiste più, né a tempo determinato, né tantomeno a tempo indeterminato – è la domanda a stabilire il quando ed il come della prestazione lavorativa. È il tempo del caporalato digitale!
Nella cornice della gig economy il food delivery sembra farla da padrone nella scalata allo sfruttamento. L’obbiettivo delle multinazionali delle consegne di cibo a domicilio è semplice, cristallino: imporre un modello di business che massimizzi i profitti a scapito delle tutele dei propri lavoratori. Forti di un bacino di giovani – e meno giovani – inoccupati e disoccupati a cui attingere e di sempre meglio rodate tecniche di gestione del personale (contratti truffa e gamification in prima fila), hanno condotto in pochissimo tempo ad un’efficace offensiva su scala sovranazionale contro i diritti dei lavoratori.

Le risposte non sono mancate e forme più o meno organizzate di opposizione dal basso si sono manifestate ovunque il ghigno ammiccante dei manager si facesse troppo spudorato.
L’incontro europeo dei fattorini in bici (ribattezzati cinematograficamente “rider”), promosso nell’ambito della mobilitazione contro il G7 di Torino, si pone in continuità con quelli già avvenuti durante l’estate per porre le basi per un confronto riguardante tanto le condizioni di lavoro nei vari paesi in cui operano le multinazionali del food delivery, quanto le diverse esperienze di lotta finora messe in campo. Se infatti l’offensiva della gig economy segue un modello analogo in tutti i paesi, le lotte sembrano seguire percorsi differenziati ed eterogenei.
L’Assemblea mobilitarsi al tempo della gig economy: incontro europeo dei “rider” in lotta si pone come un momento finalizzato ad intessere legami di solidarietà ed a condividere le diverse reti di contatti e supporto, nel tentativo di sperimentare tra lavoratori di diverse realtà forme di mobilitazione che consentano di contrapporsi all’offensiva di multinazionali sempre più rapaci e subdole. Un punto di partenza necessario per rispondere alle sfide comuni che ci attendono.


(Torino, 29/09/2017, 14.30h, Cavallerizza Irreale)
https://www.facebook.com/events/146073762574381/


Continua a leggere 29/9/2017 Assemblea: mobilitarsi al tempo della “gig economy”

ASSEMBLEA CITTADINA 10/9/2017 ORE 18

Riprendiamo le Assemblee Cittadine in Cavallerizza con importanti argomenti in discussione:

– Presentazione della mozione per la decartolarizzazione della Cavallerizza e il riconoscimento dell’uso civico. Il 14 settembre la mozione sarà in discussione. Se verrà approvata, il percorso di lotta dell’Assembla per il riconosciemento dell’uso civico avrà finalmente visto il suo primo sviluppo istituzionale.

– Regolamento. Aggiornamenti e discussione sulla scrittura collettiva della proposta di regolamento di uso civico per l’ex Cavallerizza Reale

– Organizzazione della chiamata nazionale su governance dei beni comuni e produzioni culturali.
Dal 15 al 17 settembre si svolgerà ANOMALIE: un festival che parla di autogerno dei Beni Comuni e autoproduzioni culturali.
L’obiettivo sarà creare un network per lo scambio di informazioni, per la messa a sistema e la reciproca valorizzazione delle produzioni culturali e per la proposta di azioni collettive tese al mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno.

– G7 TORINO. Cavallerizza aderisce alla rete TorinoResetG7. Aggiornamenti e discussione sulla serata del 29 settembre nella quale verrà inaugurata la Camera del Lavoro Autonomo e Precario in Cavallerizza.

– Fissazione date e odg assemblee successive

– Varie ed eventuali.

Partecipiamo numeros*!

ANOMALIE DAL 15 AL 17/9/2017

Produzione culturale, governance dei beni comuni e processo istituente
15 – 17 Settembre 2017 | Cavallerizza – TorinoChiamata internazionale agli spazi di produzione culturale autogovernati dalle comunità di cittadin* e lavorator*.PROGRAMMA
______________________________________________VENERDì 15 SETTEMBRE

– ore 16.00 Accoglienza

– h17.00 – 19.00 Stampa nano Diy  – Lab. Serigrafico(Cavallerizza  Irreale – Torino)
__ h19.00-21.00 Moondogs (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h20.00 Cena Popolare “Risotto humus polpette”
__ h21.30 Fabrizio canale blues (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h22.00 JAM – Mystic Jam + danza Improlab (Cavallerizza Irreale – Torino)

______________________________________________

SABATO 16 SETTEMBRE

__ h 09.30 – 13.00 e 15.00 – 20.00  TRE TAVOLI (maggiori info sotto*)
__ h18.30 – 21.00 Conferenza – “Conflitto e partecipazione:l’amministrazione diretta dei Beni Comuni come nuova democrazia partecipativa”
__ h21.00 Cena Popolare “Spezzatino, pizza, formaggi”
__ h22.00 teatro Bamsemble “SALT” (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h23.00-03 Musica in cortile e birra artigianali con: h23 NISE __ h23.00-03 Musica in cortile e birra artigianali con:                                             h23 NISE ( l’Asilo – Napoli)
__ h00.00 Confindustrial Sinfonietta (TRoK – Torchiera Milano) ( l’Asilo – Napoli)
__ h00.00 – 02.00 Maratona notturna performativa (Cavallerizxza Irreale – Torino)

____________________________________________

DOMENICA 17 SETTEMBRE

h11.30 – 13.00 Plenaria di chiusura
h16.00 – 18.00 Stampa nano Diy  – Lab. Serigrafico(Cavallerizza  Irreale – Torino)
h16.00 – 24.00 Musica in Cortile e birra artigianale con:
__Fisheye (ANGELO MAI – Roma)
__ Mixtura Orchestra (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ Francesco Santagata (Scugnizzo LiberatoNaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival)
__ la bestia CARENNE (l’Asilo – Napoli)
__ Rap-Caverna Posse (Zam Hiphoplab – Milano)
__ LumeJazz (LUME – Laboratorio Universitario MEtropolitano – Milano)
__ Lume Teatro (LUME – Laboratorio Universitario MEtropolitano – Milano)
________________________________________

scarica il  volantino anomalie

L’incontro ha l’obiettivo di creare uno spazio di relazione fra i soggetti partecipanti e favorire la definizione di un network per lo scambio di informazioni, per la messa a sistema e la reciproca valorizzazione delle produzioni culturali e per la proposta di azioni collettive tese al mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno.
Cavallerizza, come altre esperienze di commoning in centri culturali indipendenti, nasce e cresce attraverso la partecipazione diretta della cittadinanza ad un processo vivo di creazione di valore sociale e culturale: Un valore inestimabile che viene sprigionato nei territori facendosi forza costituente di un modo nuovo di accedere all’arte, alla conoscenza e agli strumenti di produzione.
Ragionare sui mercati culturali, sulla proprietà intellettuale e sugli assetti proprietari degli strumenti: La promozione di nuovi modelli di gestione delle filiere si fa strumento di lotta, in un momento storico nel quale le industrie culturali tremano sotto i colpi dell’innovazione tecnologica e la decentralizzazione dei processi di finanziamento e distribuzione è dominante.
L’iniziativa è strutturata lungo tre giorni. Le giornate di venerdì 15 e sabato 16 settembre vedranno alternarsi incontri ed assemblee sui temi dell’autogoverno, degli usi civici e della produzione culturale. Le serate di venerdì e sabato e la giornata di domenica saranno invece dedicate al teatro, alla musica e all’esibizione delle produzioni degli spazi partecipanti.
Oltre al partecipare con le istanze politiche che caratterizzano la Vostra azione sociale e politica sui territori, vi invitiamo quindi a rispondere alla chiamata indicando, se lo volete, una produzione proveniente dal vostro percorso da portare con voi e da programmare all’interno della tre giorni.

Chi siamo?

La Cavallerizza Reale di Torino è un centro culturale indipendente in autogoverno dal Maggio del 2014. Bene comune e già patrimonio UNESCO, si inserisce ed agisce all’interno del percorso politico già sperimentato da altri soggetti sul territorio nazionale negli ultimi anni.
La sperimentazione e la pratica quotidiana di un modello di governance innovativo basato sulla partecipazione della cittadinanza e lo scardinamento degli standard giuridici sull’individualismo proprietario, lo sviluppo di nuovi paradigmi produttivi e di distribuzione della cultura, la costruzione e la crescita di una comunità di artisti, cittadini e attivisti basata sull’interdipendenza dei ruoli e sulla distribuzione dei poteri: queste sono le sfide che stiamo affrontando, questa è Cavallerizza oggi.
Al suo interno è nata spontaneamente una comunità aperta, inclusiva ed auto-organizzata che, senza finanziamenti pubblici, ha generato nel corso di 3 anni un’importante produzione culturale garantendo un’accessibilità totale al pubblico, promuovendo la condivisione dei mezzi di produzione, la formazione gratuita di nuove competenze, il coinvolgimento attivo degli abitanti della città nell’autogoverno dei beni pubblici per trasformarli in beni comuni emergenti.
Un esempio su tutti della produzione di Cavallerizza è “Here”, festival delle arti a chiamata internazionale giunto quest’anno alla seconda edizione che ha visto coinvolti 400 artisti, registrando in 10 giorni più di 10.000 presenze.

—————————————— § ———————————————

* INFO SUI TRE TAVOLI TEMATICI

TAVOLO 1. ASSETTO PROPRIETARIO E RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI
Temi:
– rapporti con le istituzioni
– usi civici e altre forme di riconoscimento
Obiettivi:
– mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno e di riconoscimento istituzionale
– piattaforma di comunicazione ed elaborazione comune: narrazione, confronto, coordinamento, avanzamento
– Proposta di costruzione di momenti tematici a livello nazionale e internazionale

TAVOLO 2. PRODUZIONE CULTURALE INDIPENDENTE
Temi:
– finanziamento e sostenibilità
– circuitazione delle produzioni e delle competenze fra gli spazi della rete (programmazione artistica e autoformazione allargata)
– rapporto fra produzione culturale indipendente e mercato culturale mainstream
Obiettivi:
– mappatura mezzi di produzione negli spazi: laboratori, spazi per la musica, sale cinema, etc
– adozione strumenti comuni per la circuitazione delle produzioni indipendenti e la promozione di un nuovo modo di produzione nel mercato mainstream (ex. CTRL)
– proposta piattaforme di aggregazione tra produttori a livello nazionale (ex. festival etichette indipendenti etc)
– lancio di momenti di elaborazione sulle filiere in cui sono già attivi percorsi (ex:incontro tra i festival di editoria/fumetto/illustraz./serigrafia)

TAVOLO 3. GOVERNANCE DEI BENI COMUNI
Temi:
– accessibilità
– economie
– autogoverno
Obiettivi:
– mappatura delle forme di governance
– scambio informazi

———————————– ENG ————————————————

ANOMALIE
Cultural production and institutional process
From 15 to 17 September 2017 | Cavallerizza – Turin

International call to cultural production spaces Self-governed by community of citizens and workers .

The meeting aims to create a space and relationship between the participants and foster the definition of a network for exchange of information, for system setting and mutual enhancement of cultural productions and for the proposed collective action aimed at mutual political support in self-government processes.
Cavallerizza, like other commoning experiences in independent cultural centers born and grows through the direct participation of citizenship in a living process of creating social and cultural value: An invaluable value that is released into the territories as a constituent force of a new way of accessing art, knowledge and production tools.
Rely on cultural markets, intellectual property, and instrument ownership: Promoting new chain management models is a means of struggle ,in a historic moment in which cultural industries tremble under the shots of technological innovation and the decentralization of financing and distribution processes is dominant.
The initiative is structured over three days, with an informal opening on Thursday (14th). Friday and Saturday (15-16 September) will be alternating workshops, Meetings and assemblies on issues of self-government, civic use and cultural production, Friday and Saturday evenings and Sunday will be dedicated to the theater, music and to the exhibition of the productions of the participating spaces.
In addition to participating with the political instances that characterize your social and political action on the territories, we invite you to respond to the call by indicating a production from your path, to be taken with you and scheduled within the three days.
Who are we?
The Cavallerizza Reale in Turin is an independent cultural center in self-government since May 2014. Common and already UNESCO heritage, it fits in and acts within the political path already experienced by other subjects on national territory in recent years.
The experimentation and the daily practice of a model of innovative governance based on citizen participation and the discarding of legal standards on proprietary individualism, the development of new productive paradigms and the distribution of culture, the construction and growth of a community of artists, citizens and activists based on the interdependence of roles and the distribution of powers; These are the challenges we are facing, this is Cavalry today.
An open, inclusive and self-organized community was spontaneously born within it that has generated an important cultural production over the course of 3 years without public funding, ensuring total public access, Promoting the sharing of means of production, new skils free training, The active involvement of the inhabitants of the city in the self-government of goods Public to transform them into emerging commodities.
An example of all of Cavallerizza’s production is here; this year’s International calling arts festival second edition that has involved 400 artists, recording 10 days in more than 10,000 appearances.

23/5/2017 ASSEMBLEA \\ 3 ANNI DI OCCUPAZIONE \\ CAVALLERIZZA

Martedì 23 maggio alle ore 18.30 vi invitiamo  all’assemblea cittadina per i 3 anni di occupazione.

Dopo tre anni di occupazione ci ritroviamo di nuovo nei cortili della Cavallerizza. Con un atto di orgoglio e resistenza, 36 mesi fa, abbiamo deciso insieme di aprire le porte di questo bene comune dall’inestimabile valore storico, strappandolo dalle mani delle banche e della speculazione.
Cavallerizza è ora attraversabile, accessibile e aperta a tutti i cittadini. È uno spazio di sperimentazione artistica e di produzione culturale che dà valore a questa città.
Chiamiamo tutte le persone che hanno partecipato allo sviluppo di Cavallerizza, che hanno a cuore questo progetto e che vogliono prendere parola sul suo futuro a partecipare all’Assemblea Cittadina che si terrà il 23 maggio 2017 alle ore 18.30 per celebrare questi tre anni di rinascita della Cavallerizza!

||||||||||| CHI SIAMO |||||||||||
Siamo un gruppo di liberi cittadini che dalla chiusura della Cavallerizza si riunisce per lavorare ad un futuro alternativo per questa struttura e per tutti gli spazi che a Torino stanno subendo una simile sorte. Partendo da questo luogo vorremmo costruire un altro modo di abitare la città, pensato sulle nostre esigenze e non sulla speculazione.

||||||||||| DOVE CI TROVIAMO |||||||||||
La Cavallerizza Reale è iscritta nell’elenco dei beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO come parte integrante dell’area della “Zona di comando”, inserita nel più ampio insieme delle Residenze Sabaude. Realizzata tra il 1740 e il 1741 era destinata ad ospitare esercizi e spettacoli equestri di corte. Il ruolo della Cavallerizza è spesso mutato nel corso della storia, assumendo per la città di Torino un grande signi cato simbolico.

||||||||||| COSA STA ACCADENDO |||||||||||
Il complesso della Cavallerizza è oggi in uno stato di intollerabile abbandono; la mancata manutenzione ha provocato danni, anche irreversibili, agli elementi che caratterizzavano questi luoghi, come i suoi a reschi settecenteschi, la fontana interna ai Giardini Reali Alti e le antiche pavimentazioni. Dal 2010 al 2014 gli spazi del complesso sono stati progressivamente svuotati delle persone e delle attività che li animavano.
Da allora questo luogo meraviglioso è rimasto deserto e inaccessibile alla cittadinanza. Dopo aver acquisito l’intera area dal Demanio per decine di milioni, nel 2009, la passata amministrazione ha tentato di rivendere la Cavallerizza Reale ad ogni costo e ad un prezzo più basso e, così, attraverso un processo di cartolarizzazione l’intera area è stata messa all’asta. Nel 2012, inoltre, l’Amministrazione ha modi cato il piano regolatore al ne di destinare la Cavallerizza ad usi di carattere privato e non necessariamente culturale, come residenze ed esercizi commerciali.
Di fronte a questa illecita sottrazione del patrimonio pubblico la Cittadinanza ha reagito. In tre anni di autogoverno, sviluppato attraverso modalità partecipative, si è creato uno spazio di sperimentazione socio-culturale, un polo per le arti e culture contemporanee.
Per questo oggi chiediamo all’Amministrazione comunale che la Cavallerizza venga riconosciuta come spazio ad uso civico a nché questo luogo, cuore pulsante della Città, rimanga nel patrimonio collettivo per le generazioni future.

|||||||||| CHIEDIAMO CHE ||||||||||
——> Il complesso della Cavallerizza sia rimosso dal programma di cartolarizzazione del Comune e sia immediatamente bloccata la sua vendita ai privati a nché l’area rimanga di proprietà pubblica
——> Questo spazio rimanga aperto ed accessibile alla cittadinanza e ne siano conservati e potenziati il valore culturale e la natura di luogo di aggregazione
——> Il futuro della Cavallerizza sia deciso insieme ai cittadini attraverso processi di gestione partecipativa, tutelando
e soddisfando le esigenze di chi la vive la città Cavalerizza continui ad essere uno spazio di libera
sperimentazione artistica e socio-culturale
——> Cavallerizza venga riconosciuta da questa Amministrazione come Bene Comune Emergente e venga regolata attraverso l’USO CIVICO.