Archivi categoria: Eventi

5/11/2017 ore 17 presentazione studio sullo stato di conservazione della Cavallerizza Reale

Vi invitiamo domenica 5 novembre alle 17 alla presentazione del lavoro di questi mesi dell’ing. Giovanni Brino e del prof. Giovanni Lupo sullo stato di conservazione della Cavallerizza Reale di Torino.
In particolare verrà presentato lo studio sul Maneggio Alfieriano, sulla scala a tenagli e sula scala a sbalzo.
Vi aspettiamo.
Annunci

27/10-5/11/2017 Communitas

Dal 27 ottobre al 5 Novembre la Cavallerizza Irreale apre le porte a Communitas.

Opening 27 ottobre ore 19.00 con F.I.A.T. L.U.X., l’unica Luce d’Artista collettiva, indipendente, autogestita e autofinanziata.

Dal 28 ottobre al 5 novembre dalle 18.00 alle 22.00

Accanto a Fiere, grandi Esposizioni, eventi nazionali e internazionali, la comunità creativa di Cavallerizza offre al pubblico un luogo fisico e umano in cui decine di artisti si confrontano e operano in comunità, pur conservando le proprie individualità, raccontando l’habitat di una creatività diffusa.

Gli artisti di Communitas presentano: colazioni d’artista, salotti urbani, incontri inaspettati, finestre in luce, performances funerarie, percorsi creativi e storici, relazioni inverse, inciampi d’arte.

COMMUNITAS La Cavallerizza come opera d’arte,il Collettivo Arti Visive della Cavallerizza Irreale per la prima volta durante la Settimana dell’Arte Contemporanea propone COMMUNITAS, dal latino cum munus, cioè con dono, un dono ai cittadini, in cui la comunità creativa si apre ai cittadini, in cui la comunità diviene rifugio, dove il fermento artistico si intreccia al bene comune, dove si dissolve il confine tra pubblico e privato. La collettività creativa di Cavallerizza coinvolge il pubblico in un luogo fisico e umano in cui decine di artisti si confrontano e operano in collettività, pur conservando le proprie individualità, raccontando l’habitat di una creatività diffusa. Coltiviamo l’idea di una Comunità come opera d’arte, di una estetica della comunità in cui l’affinità, la dialettica, anche aspra, porta ad un risultato creativo, diventando un movimento artistico, un topos in cui le persone si compromettono esponendosi ogni giorno in prima persona. “Communitas” è un racconto forte, che propone ai cittadini di essere protagonisti e attori dei progetti collettivi che vengono proposti, tutto questo all’interno di un luogo unico, Patrimonio Mondiale dell’Unesco. L’idea è rappresentare il Theatrum Sabaudiae contemporaneo della Cavallerizza (che è stata già raffigurata in quello originale, nel 1682), una Cavallerizza creativa ideale, un distillato di ciò che è accaduto in questi tre anni dal punto di vista artistico, narrato attraverso opportunità diverse, collettive e individuali. Parafrasando Guy Debord, fondatore del Situazionismo, COMMUNITAS vuole essere la Comunità del vivere creativo in alternativa alla Società dello spettacolo, così come communitas come aggregato che supera l’individuo è contrapposto a societas come agglomerato di individualità. Communitas presenterà: colazioni d’artista, salotti urbani, incontri inaspettati, finestre in luce, performance, percorsi creativi e storici, relazioni dinamiche, inciampi d’arte, labirinti amniotici. Descrizione progetti COMMUNITAS

https://www.facebook.com/communitas.cavallerizzairreale/

28-29 ottobre Reggio Block Party 2017

REGIO BLOCK PARTY

sabato 28 ottobre la Cavallerizza Irreale  apre le porte ad una giornata tutta dedicata al mondo delle 4 discipline dell’ hip hop.

Orario dalle14:00 alle ore 3:00 in Cavallerizza – vedi PROGRAMMAZIONE

PER INFO E ISCRIZIONI:
SRIVERE A regioblockparty@gmail.com INDICANDO NOME, COGNOME, CREW E CATEGORIA/E
oppure PUBBLICARE UN POST NELLA PAGINA DELL’EVENTO SU FB Regio Block Party 2017 INDICANDO NOME, COGNOME, CREW E CATEGORIA. IL GIORNO DELL’EVENTO E’ NECESSARIO CONFERMARE LE ISCRIZIONI AL REGIO DALLE ORE 12:00

Ingresso gratuito al pubblico con offerta libera ‘UP TO YOU’ – Mettevi una mano sul cuore e l’altra in tasca

In tutti i locali chiusi non è consentito mangiare, bere e fumare.

Descrizione dell’evento:

L’evento:

CONTEST DI B-BOYIN’ – MANEGGIO E MANICA CORTA
Orario: 16:00 – 1:00

5vs5 Crew
2vs2 Footwork
7 2 Toprock
Powertrick Battle
1vs1 Bgirl
Experimental
2vs2 Mixstyle
Cypher King&Queen

Ogni categoria (tranne Experimental e Cypher King&Queen) ha un costo di iscrizione e un premio – vedi fondo della pagina

Giudici/Judges
BRAHIM
RENATO
GASPARE
ANGELINO
BRUNI

On the wheels of steel
DJ TWICE
DJ K-HANS-K
DJ CIRINO

CONTEST DI BEAT MAKERS – MANICA LUNGA
Orario: selezioni alle 17:30 – Top 16 alle 21:00
Iscrizione e premio – vedi fondo della pagina

8 beatmakers selezionati dalla giuria affronteranno 8 beatmakers invitati.
Per partecipare occorre portarsi 5 beat + 1 beat di riserva + 1 beat di selezione, formato chiavetta USB o CD.
In premio ci sarà una Barra prodotta dal Barrificio Piemontese.

8 GUESTS
Matter
Bigga
Il Torsolo
Obie
Pezzone
Feiez
Nasty
Clone

Giudici/Judges
Skizo, Alien Army
Truskull, Backpackherz
Deal, Gate Keepaz / Hadworkers

RATA PRESENTS
MASTER OF MIC
FREESTYLE RAP BATTLE – MANICA LUNGA
Orario: 23:00 – 1:00
Iscrizione e premio – vedi fondo della pagina

Attraverso una selezione i giudici sceglieranno i 16 partecipanti.

Giudici/Judges
ZULI
KIFFA

Hosted by Mc Malva

Show case: JULY B

DJ DOPS

REGIO SCRATCH BATTLE
SPAZIO – MANICA LUNGA
Orario: 19:30
Iscrizione e premio – vedi fondo della pagina

Ogni Dj dovrà portare il suo mixer, puntine e disco/dischi. Attraverso una selezione il giudice sceglierà i partecipanti.

Giudice/Judge
DJ SKIZO, Alien Army

WRITERS – GIARDINO O PORTICI (in caso di pioggia)
Orario: dalle ore 14:00 in avanti

Durante l’evento saranno messi a disposizione di tutti i writers degli spazi con teli di cellophane e pannelli per dipingere – teli e pannelli a numero limitato –
Occorre portarsi le proprie bombolette. E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO SCRIVERE SUI MURI DELLA CAVALLERIZZA BENE UNESCO.

Per una assegnazione ottimale, si prega di confermare la partecipazione alla mail regioblockparty@gmail.com

WORKSHOPS – INGRESSO MANICA CORTA, MANICA CORTA, MANEGGIO
Per le iscrizioni a tutti i workshop mandare una mail a regioblockparty@gmail.com

Tutti i workshop sono a porte aperte, al pubblico non pagante è permesso partecipare come spettatore. Siamo molto onorati di poter ospitare delle iniziative costruttive per la comunità e per diffondere e condividere l’arte

Brahim
numero massimo di partecipanti 50
orario: 19:00 – 20:00
prezzo: 20€

Renato, Breaking Rules
numero illimitato
orario: 18:00 19:00
prezzo: ‘up to you’, offerta libera

Smake, Calligrafia
numero massimo di partecipanti 15
orario: 17:00 – 21:00
prezzo: 30€
vedi volantino

Skizo Scratch Accademy Official Workshop
numero illimitato
orario: 16:00 – 17:00
prezzo: 10€

PORNOFUNK OSCURO
presents
– Bboy Enea
12bit heritage beats
– Y beats benedetti
– Torino Occulta

SHOWCASE & LIVE
Dalle ore 24 in avanti

MERCATINO DEI VINILI – PORTICI CAVALLERIZZA
Orario: dalle ore 14:00 in avanti

Hai vinili da vendere? non hai più spazio in casa? per prenotare lo spazio mandaci una mail a regioblockparty@gmail.com
in base all’affluenza, verranno disposti dei tavoli per disporre i vostri dischi.

BARRIFICIO PIEMONTESE – INGRESSO MANEGGIO
Orario: dalle 15:00 in avanti

BARRIFICIO PIEMONTESE offre una spiegazione tecnica e pratica del funzionamento di strumenti audio.

WHO GOT THE FUNK? Una console a disposizione per tutti i Djs che vogliono suonare i loro vinili o set

BEATBOX LOOPSTATION a disposizione per tutti quelli che vogliono fare beatbox

SLEEP OVER
Orario: dalle 4:30
Le persone che partecipano all’evento e vogliono dormire nel palazzetto a fine giornata, porteranno il loro sacco a pelo – fino ad esaurimento posti. Mandateci una email indovinate dove? regioblockparty@gmail.com

29 ottobre 2017 visita guidata alla Cavallerizza Reale

Domenica 29 ottobre nuova  visita guidata alla Cavallerizza Reale

ritrovo interno cortile ore 10.30

Torino, Via Verdi 9 ingresso Cavallerizza Reale
a cura di
Arch. Anna Gilibert
Prof. Arch. Giovanni Lupo

La visita (gratuita e senza prenotazione) intende raccontare come la città sabauda nota oggi sia il frutto di un laborioso sovrapporsi di progetti, molti completati, altri interrotti a causa degli avvenimenti politici in cui il ducato e poi regno si è trovato coinvolto.

L’aspetto assolutamente stupefacente è che oggi abbiamo una stratificazione che va dalla fine del ‘600 sino agli anni centrali dell’800 fatta di palazzi (in parte esistenti, altri scomparsi), luoghi di governo (le segreterie di Stato), di archiviazione (l’archivio juvarriano), di teatro (il Regio), di altaeducazione (l’Accademia Militare), sino alla scuola
di equitazione (la Cavallerizza) ed alla zecca sabauda.

Lungo questo asse è anche collocata l’Università settecentesca, antico polo culturale con la biblioteca (nucleo originario della Biblioteca Nazionale di Torino) e le collezioni archeologiche sabaude aperte al pubblico (nucleo originario del Museo Nazionale di Antichità di Torino).

In Europa è forse il centro di comando dell’età ll’Assolutismo meglio conservato al centro di una città. Fa parte del sistema seriale delle residenze sabaude dichiarate nel 1997 sito UNESCO.

Spesso i torinesi non ricordano tutte queste strutture in modo unitario. La visita le ripercorre, partendo dalla Cavallerizza Reale, dove sarà dedicato un approfondimento particolare al maneggio di Benedetto Alfieri, al complesso delle strutture della Cavallerizza ed ai Giardini Reali Alti, un’area verde nel
cuore di Torino eccezionalmente conservata dall’età barocca.

6-15 ottobre 2017 Festival SPORE

Inizia oggi 6 ottobre fino al 15 ottobre 2015 il festival SPORE

S perimentazione
P roduzione
O smosi
R elazione
E sperienza

Il Festival Spore presenta una contaminazione artistica attraverso la co-abitazione. Dieci giorni di convivenza e condivisione degli spazi in Cavallerizza Irreale, punto di ri- ferimento della libera sperimentazione socio-culturale, all’interno della quale musici- sti, artisti, curatori e mentori potranno sviluppare nuove ricerche e creazioni, intera- gendo con lo spazio e con il pubblico.
Spore propone convivenza come strumento fondamentale di produzione: immagini
sound experience design, nascono dall’incontro di pratiche artistiche nella vita quoti- diana. Cavallerizza sarà quindi allestita come una grande “Casa delle Arti”, tra Salotti Sonori e spazi dedicati alle esibizioni, alla produzione e al coinvolgimento del pubbli- co come parte integrante dell’Opera Sperimentale.
Dal 12 al 15 Ottobre il laboratorio di Spore sarà messo in mostra. Il pubblico potrà esplorare ed esperire gli “spazi sonori” in occasione del Festival.
Gli esiti delle ricerche sulle innovazioni del linguaggio musicale e la sua fruizione di- ventano spazio concreto, che il pubblico potrà attraversare ed esperire la contamina- zione e l’intimità da essa scaturita.Cavallerizza Irreale, divenuta ad oggi un punto di ri- ferimento della libera sperimentazione socio-culturale indipendente, presenta Spore:
…ed è lì che si può scoprire non solo cosa ci racconta un’opera d’arte di se stessa, ma anche cosa ci racconta di noi, del nostro mondo e della nostra epoca. Si crea un rapporto di inti- mità fra pubblico e artista. il suono e il video non sono una cosa da fruire ma divengono un safari esperienziale.
Un esperimento di ricerca e creazione per musicisti, compositori, deejay e artisti contemporanei, al fine di generare una Contaminazione Creativa. Un’esperienza immersiva di co-abitazione artistica dove si fonde arte e vita quotidiana, interagendo con gli spazi e con il pubblico di Cavallerizza Irreale.

Spore
è un progetto sviluppato in Cavallerizza Irreale

A cura di
Luca Naretto, Marco Rezoagli, Irene Von Dorigotti

PROGRAMMA

 

 

29/9/2017 Assemblea: mobilitarsi al tempo della “gig economy”

Incontro europero dei lavoratori della “gig economy” impegnati in campagne di mobilitazione nel settore delle consegne a domicilio.
VENERDI’ 29 SETTEMBRE

– ore 14.3O *ASSEMBLEA MOBILITARSI AL TEMPO DELLA GIG ECONOMY:
Incontro Europeo dei “rider” in lotta

APPELLO

L’avvento del capitalismo delle piattaforme e con esso dell’economia dei lavoretti (la c.d. gig economy) sembra riaprire con forza l’esigenza di un dibattito sulle condizioni in quel nuovo mondo del lavoro in cui si inseriscono i c.d. precari 4.0, figli della “Quarta Rivoluzione Industriale”. Un mondo nuovo, in cui la tecnologia e le voragini legislative – create ad hoc per favorire la massimizzazione del capitale e dello sfruttamento o secondo il vocabolario del Jobs Act e della Loi Travail “la crescita” – eliminano la stabilità della prestazione lavorativa rendendola on demand, “alla spina”.
Il posto di lavoro non esiste più, né a tempo determinato, né tantomeno a tempo indeterminato – è la domanda a stabilire il quando ed il come della prestazione lavorativa. È il tempo del caporalato digitale!
Nella cornice della gig economy il food delivery sembra farla da padrone nella scalata allo sfruttamento. L’obbiettivo delle multinazionali delle consegne di cibo a domicilio è semplice, cristallino: imporre un modello di business che massimizzi i profitti a scapito delle tutele dei propri lavoratori. Forti di un bacino di giovani – e meno giovani – inoccupati e disoccupati a cui attingere e di sempre meglio rodate tecniche di gestione del personale (contratti truffa e gamification in prima fila), hanno condotto in pochissimo tempo ad un’efficace offensiva su scala sovranazionale contro i diritti dei lavoratori.

Le risposte non sono mancate e forme più o meno organizzate di opposizione dal basso si sono manifestate ovunque il ghigno ammiccante dei manager si facesse troppo spudorato.
L’incontro europeo dei fattorini in bici (ribattezzati cinematograficamente “rider”), promosso nell’ambito della mobilitazione contro il G7 di Torino, si pone in continuità con quelli già avvenuti durante l’estate per porre le basi per un confronto riguardante tanto le condizioni di lavoro nei vari paesi in cui operano le multinazionali del food delivery, quanto le diverse esperienze di lotta finora messe in campo. Se infatti l’offensiva della gig economy segue un modello analogo in tutti i paesi, le lotte sembrano seguire percorsi differenziati ed eterogenei.
L’Assemblea mobilitarsi al tempo della gig economy: incontro europeo dei “rider” in lotta si pone come un momento finalizzato ad intessere legami di solidarietà ed a condividere le diverse reti di contatti e supporto, nel tentativo di sperimentare tra lavoratori di diverse realtà forme di mobilitazione che consentano di contrapporsi all’offensiva di multinazionali sempre più rapaci e subdole. Un punto di partenza necessario per rispondere alle sfide comuni che ci attendono.


(Torino, 29/09/2017, 14.30h, Cavallerizza Irreale)
https://www.facebook.com/events/146073762574381/


Continua a leggere 29/9/2017 Assemblea: mobilitarsi al tempo della “gig economy”

Contro il G7 – Inaugurazione CLAP 29/9/2017

A Torino durante le giornate di mobilitazione contro il G7 nascono le CLAP  (Camere del Lavoro Autonomo e Precario).

Il 29 Settembre Cavallerizza ha organizzato dei momenti di confronto e dibattito sul tema del precariato a partire dai lavoratori e lavoratrici della cultura, della conoscenza, dell’informazione, dei servizi di cura alla persona, dell’intrattenimento, della ristorazione, dei servizi in generale. Giovani e meno giovani che fanno dei «lavoretti» a 3 euro l’ora per pagarsi un affitto o aiutare a casa con un contratto di lavoro che scade tra qualche settimana o tra qualche mese.

Siamo lavoratori e lavoratrici precari e autonomi. Lavoriamo nella cultura, nella conoscenza, nell’informazione, nei servizi di cura alla persona, nell’intrattenimento, nella ristorazione, nei servizi in generale. Siamo giovani e meno giovani che fanno dei «lavoretti» a 3 euro l’ora per pagarsi un affitto o aiutare a casa . Il nostro contratto di lavoro scade tra qualche settimana o tra qualche mese, e non sappiamo cosa succederà dopo; alcuni di noi il contratto proprio non ce l’hanno e lavorano in nero. Le ferie, la maternità, la mutua sono una fortuna per pochi e chi non ne ha diritto è costretto ad adattarsi nella rassegnazione di non poter trovare di meglio e di essere facilmente sostituibile.

Ci sono tanti nostri amici, conoscenti, coetanei, ancora più sfruttati, che neppure sono pagati per il lavoro che fanno: praticanti, tirocinanti, stagisti, lavoratori in prova, vincitori di bandi di collaborazione con gli enti pubblici, una massa di giovani che lavorano gratis nella promessa di una di un migliore curriculum, un’assunzione, una ricompensa futura.

Siamo piccole partite IVA,  l’abbiamo aperta per fare quello che sogniamo, aspettiamo da mesi che il committente paghi la fattura e nel frattempo dobbiamo pagare contributi INPS sempre più alti. Le cose non vanno benissimo, ma non vogliamo rinunciarci.

Sappiamo che tutto ciò non è normale, ma non sapevamo bene cosa fare, perchè, con i tempi che corrono, ci dicono che non bisogna sputare su nessun lavoro che si trova. Nel nostro posto di lavoro non ci sono sindacati a cui chiedere un aiuto sul contratto che abbiamo firmato, un aiuto a leggere la busta paga a inizio mese o un sostegno per fare dele richieste collettive al datore di lavoro.

Per questo abbiamo deciso di auto-organizzarci in uno spazio come la Cavallerizza, un bene comune per tutt*: vogliamo metterci insieme, unire ciò che il sistema economico ha diviso, condividere strumenti ed esperienze personali per uscire dalla solitudine e dall’invisibilità. Vogliamo costruire in Cavallerizza nelle Camere del Lavoro Autonomo e Precario, uno spazio fisico in cui ritrovarci, raccontarci ciò che succede nel nostro lavoro, farci forza reciprocamente per non accettare lo sfruttamento, in cui auto-organizzare sportelli di assistenza legale, consulenza fiscale, competenze sui contratti e sulle pensioni, per aiutare noi stessi e chi è nelle nostre condizioni.

La CLAP di Torino si intende uno spazio di auto-organizzazione e ricomposizione di lavoratori e lavoratrici, che sostiene e amplifica le azioni e le mobilitazioni dentro e fuori il luogo di lavoro (presidi, picchetti e scioperi) e ambisce alla loro connessione in lotte comuni, senza alcuna distinzione.

evento fb della serata https://www.facebook.com/events/146073762574381/?acontext=%7B%22ref%22%3A%223%22%2C%22ref_newsfeed_story_type%22%3A%22regular%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D

ANOMALIE DAL 15 AL 17/9/2017

Produzione culturale, governance dei beni comuni e processo istituente
15 – 17 Settembre 2017 | Cavallerizza – TorinoChiamata internazionale agli spazi di produzione culturale autogovernati dalle comunità di cittadin* e lavorator*.PROGRAMMA
______________________________________________VENERDì 15 SETTEMBRE

– ore 16.00 Accoglienza

– h17.00 – 19.00 Stampa nano Diy  – Lab. Serigrafico(Cavallerizza  Irreale – Torino)
__ h19.00-21.00 Moondogs (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h20.00 Cena Popolare “Risotto humus polpette”
__ h21.30 Fabrizio canale blues (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h22.00 JAM – Mystic Jam + danza Improlab (Cavallerizza Irreale – Torino)

______________________________________________

SABATO 16 SETTEMBRE

__ h 09.30 – 13.00 e 15.00 – 20.00  TRE TAVOLI (maggiori info sotto*)
__ h18.30 – 21.00 Conferenza – “Conflitto e partecipazione:l’amministrazione diretta dei Beni Comuni come nuova democrazia partecipativa”
__ h21.00 Cena Popolare “Spezzatino, pizza, formaggi”
__ h22.00 teatro Bamsemble “SALT” (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ h23.00-03 Musica in cortile e birra artigianali con: h23 NISE __ h23.00-03 Musica in cortile e birra artigianali con:                                             h23 NISE ( l’Asilo – Napoli)
__ h00.00 Confindustrial Sinfonietta (TRoK – Torchiera Milano) ( l’Asilo – Napoli)
__ h00.00 – 02.00 Maratona notturna performativa (Cavallerizxza Irreale – Torino)

____________________________________________

DOMENICA 17 SETTEMBRE

h11.30 – 13.00 Plenaria di chiusura
h16.00 – 18.00 Stampa nano Diy  – Lab. Serigrafico(Cavallerizza  Irreale – Torino)
h16.00 – 24.00 Musica in Cortile e birra artigianale con:
__Fisheye (ANGELO MAI – Roma)
__ Mixtura Orchestra (Cavallerizza Irreale – Torino)
__ Francesco Santagata (Scugnizzo LiberatoNaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival)
__ la bestia CARENNE (l’Asilo – Napoli)
__ Rap-Caverna Posse (Zam Hiphoplab – Milano)
__ LumeJazz (LUME – Laboratorio Universitario MEtropolitano – Milano)
__ Lume Teatro (LUME – Laboratorio Universitario MEtropolitano – Milano)
________________________________________

scarica il  volantino anomalie

L’incontro ha l’obiettivo di creare uno spazio di relazione fra i soggetti partecipanti e favorire la definizione di un network per lo scambio di informazioni, per la messa a sistema e la reciproca valorizzazione delle produzioni culturali e per la proposta di azioni collettive tese al mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno.
Cavallerizza, come altre esperienze di commoning in centri culturali indipendenti, nasce e cresce attraverso la partecipazione diretta della cittadinanza ad un processo vivo di creazione di valore sociale e culturale: Un valore inestimabile che viene sprigionato nei territori facendosi forza costituente di un modo nuovo di accedere all’arte, alla conoscenza e agli strumenti di produzione.
Ragionare sui mercati culturali, sulla proprietà intellettuale e sugli assetti proprietari degli strumenti: La promozione di nuovi modelli di gestione delle filiere si fa strumento di lotta, in un momento storico nel quale le industrie culturali tremano sotto i colpi dell’innovazione tecnologica e la decentralizzazione dei processi di finanziamento e distribuzione è dominante.
L’iniziativa è strutturata lungo tre giorni. Le giornate di venerdì 15 e sabato 16 settembre vedranno alternarsi incontri ed assemblee sui temi dell’autogoverno, degli usi civici e della produzione culturale. Le serate di venerdì e sabato e la giornata di domenica saranno invece dedicate al teatro, alla musica e all’esibizione delle produzioni degli spazi partecipanti.
Oltre al partecipare con le istanze politiche che caratterizzano la Vostra azione sociale e politica sui territori, vi invitiamo quindi a rispondere alla chiamata indicando, se lo volete, una produzione proveniente dal vostro percorso da portare con voi e da programmare all’interno della tre giorni.

Chi siamo?

La Cavallerizza Reale di Torino è un centro culturale indipendente in autogoverno dal Maggio del 2014. Bene comune e già patrimonio UNESCO, si inserisce ed agisce all’interno del percorso politico già sperimentato da altri soggetti sul territorio nazionale negli ultimi anni.
La sperimentazione e la pratica quotidiana di un modello di governance innovativo basato sulla partecipazione della cittadinanza e lo scardinamento degli standard giuridici sull’individualismo proprietario, lo sviluppo di nuovi paradigmi produttivi e di distribuzione della cultura, la costruzione e la crescita di una comunità di artisti, cittadini e attivisti basata sull’interdipendenza dei ruoli e sulla distribuzione dei poteri: queste sono le sfide che stiamo affrontando, questa è Cavallerizza oggi.
Al suo interno è nata spontaneamente una comunità aperta, inclusiva ed auto-organizzata che, senza finanziamenti pubblici, ha generato nel corso di 3 anni un’importante produzione culturale garantendo un’accessibilità totale al pubblico, promuovendo la condivisione dei mezzi di produzione, la formazione gratuita di nuove competenze, il coinvolgimento attivo degli abitanti della città nell’autogoverno dei beni pubblici per trasformarli in beni comuni emergenti.
Un esempio su tutti della produzione di Cavallerizza è “Here”, festival delle arti a chiamata internazionale giunto quest’anno alla seconda edizione che ha visto coinvolti 400 artisti, registrando in 10 giorni più di 10.000 presenze.

—————————————— § ———————————————

* INFO SUI TRE TAVOLI TEMATICI

TAVOLO 1. ASSETTO PROPRIETARIO E RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI
Temi:
– rapporti con le istituzioni
– usi civici e altre forme di riconoscimento
Obiettivi:
– mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno e di riconoscimento istituzionale
– piattaforma di comunicazione ed elaborazione comune: narrazione, confronto, coordinamento, avanzamento
– Proposta di costruzione di momenti tematici a livello nazionale e internazionale

TAVOLO 2. PRODUZIONE CULTURALE INDIPENDENTE
Temi:
– finanziamento e sostenibilità
– circuitazione delle produzioni e delle competenze fra gli spazi della rete (programmazione artistica e autoformazione allargata)
– rapporto fra produzione culturale indipendente e mercato culturale mainstream
Obiettivi:
– mappatura mezzi di produzione negli spazi: laboratori, spazi per la musica, sale cinema, etc
– adozione strumenti comuni per la circuitazione delle produzioni indipendenti e la promozione di un nuovo modo di produzione nel mercato mainstream (ex. CTRL)
– proposta piattaforme di aggregazione tra produttori a livello nazionale (ex. festival etichette indipendenti etc)
– lancio di momenti di elaborazione sulle filiere in cui sono già attivi percorsi (ex:incontro tra i festival di editoria/fumetto/illustraz./serigrafia)

TAVOLO 3. GOVERNANCE DEI BENI COMUNI
Temi:
– accessibilità
– economie
– autogoverno
Obiettivi:
– mappatura delle forme di governance
– scambio informazi

———————————– ENG ————————————————

ANOMALIE
Cultural production and institutional process
From 15 to 17 September 2017 | Cavallerizza – Turin

International call to cultural production spaces Self-governed by community of citizens and workers .

The meeting aims to create a space and relationship between the participants and foster the definition of a network for exchange of information, for system setting and mutual enhancement of cultural productions and for the proposed collective action aimed at mutual political support in self-government processes.
Cavallerizza, like other commoning experiences in independent cultural centers born and grows through the direct participation of citizenship in a living process of creating social and cultural value: An invaluable value that is released into the territories as a constituent force of a new way of accessing art, knowledge and production tools.
Rely on cultural markets, intellectual property, and instrument ownership: Promoting new chain management models is a means of struggle ,in a historic moment in which cultural industries tremble under the shots of technological innovation and the decentralization of financing and distribution processes is dominant.
The initiative is structured over three days, with an informal opening on Thursday (14th). Friday and Saturday (15-16 September) will be alternating workshops, Meetings and assemblies on issues of self-government, civic use and cultural production, Friday and Saturday evenings and Sunday will be dedicated to the theater, music and to the exhibition of the productions of the participating spaces.
In addition to participating with the political instances that characterize your social and political action on the territories, we invite you to respond to the call by indicating a production from your path, to be taken with you and scheduled within the three days.
Who are we?
The Cavallerizza Reale in Turin is an independent cultural center in self-government since May 2014. Common and already UNESCO heritage, it fits in and acts within the political path already experienced by other subjects on national territory in recent years.
The experimentation and the daily practice of a model of innovative governance based on citizen participation and the discarding of legal standards on proprietary individualism, the development of new productive paradigms and the distribution of culture, the construction and growth of a community of artists, citizens and activists based on the interdependence of roles and the distribution of powers; These are the challenges we are facing, this is Cavalry today.
An open, inclusive and self-organized community was spontaneously born within it that has generated an important cultural production over the course of 3 years without public funding, ensuring total public access, Promoting the sharing of means of production, new skils free training, The active involvement of the inhabitants of the city in the self-government of goods Public to transform them into emerging commodities.
An example of all of Cavallerizza’s production is here; this year’s International calling arts festival second edition that has involved 400 artists, recording 10 days in more than 10,000 appearances.

HERE 2017 ha inizio! 19-28 maggio 2017 orari e programma

L’attesa è finita! oggi 19 maggio alle 16.00 si aprirà la seconda edizione di HERE.

Nel 2016, con la prima edizione di HERE, 200 artisti hanno esposto in 130 stanze del complesso della Cavallerizza Reale di Torino. L’evento ha avuto un grande impatto sulla città accogliendo più di 9.000 visitatori in soli 10 giorni, con una notevole attenzione da parte dei media e l’inserimento di Cavallerizza nella mappa internazionale dei luoghi d’arte indipendenti a cura del MAXXI (Museo d’arte contemporanea di Roma):
www.theindependentproject.it/it/places/italy/piemonte/torino/organization/artivisive-cavallerizza/

Lo scopo della manifestazione era quello di portare all’attenzione della cittadinanza la situazione della Cavallerizza Reale di Torino, patrimonio Unesco da anni lasciato in stato di abbandono dall’Amministrazione comunale che ne prevedeva la vendita a privati.

Dal maggio del 2014 un gruppo di cittadini, artisti, professionisti, studenti, ha riaperto una parte degli spazi (che includono 2 teatri, aree comuni, giardini reali e più di 100 stanze) del complesso con l’intento di preservarli dal degrado e trasformarli in polo di sperimentazione socio-culturale ad uso civico.

Cavallerizza è diventata un centro di produzione culturale indipendente che in quasi 3 anni ha dato vita a più di 2000 iniziative (musica, spettacoli, mostre, cinema, workshop) e accolto in residenza artisti nazionali ed internazionali, attivando progetti di co-working, orti urbani, cucina popolare, attività per bambini, laboratori artistici, lezioni di danza, yoga, fotografia, conferenze su tematiche politiche e sociali, ecc.

La seconda edizione di Here, che si terrà da venerdì 19 a domenica 28 maggio 2017, sarà organizzata dal gruppo Arti Visive, parte dell’Assemblea Cavallerizza 14:45, composto unicamente da volontari, come tutti gli altri gruppi attivi (Arti Sceniche, Arti Musicali, Polo Letterario, ecc.).

La manifestazione vede la partecipazione di oltre 300 artisti visivi e oltre 100 artisti della scena che andranno a far vibrare l’atmosfera di Cavallerizza con 10 giorni di esposizione e oltre 80 ore di spettacoli teatrali.

L’evento sarà autogestito ed autofinanziato.

La manifestazione, nata per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini a livello territoriale, nazionale ed internazionale, evidenzierà il potenziale di crescita e il valore socio-culturale di Cavallerizza, come esempio di nuove politiche socio-culturali di autogoverno dei beni pubblici attraverso un processo di partecipazione che si avvale di strumenti quali l’inclusione, il confronto, la trasversalità.

orari e programma

Continua a leggere HERE 2017 ha inizio! 19-28 maggio 2017 orari e programma

CALL for LENZUOLA- MATERASSI-BRANDE

Dal 19 al 28 maggio Cavallerizza aprirà le porte di HERE 2017,

ospiteremo 450 artisti e lavoratori dello spettacolo in 10 giorni!

Come puoi aiutarci?

Abbiamo bisogno di (tanti):
– materassi
– lenzuola
– federe
– brande

Portali al più presto in Cavallerizza Irreale!
Oppure, se hai una camera libera, offriti per ospitare un artista!

via verdi, 9 Torino