Archivi categoria: Uncategorized

1-20 ottobre MUSEO VIVENTE

1-20 ottobre Dall’1 al20 ottobre 2018 il Museo Vivente apre  i cancelli ai piani della Cavallerizza per costituire una barricata vivente – presidio permanente. Barriera corallina/collezione di opere d’arte e artisti attivi per opporsi allo sgombero e alle resistenze che vogliono impedire a Cavallerizza Reale Bene Comune di esistere. Barricata d’arte, di corpi, opere e pensiero.Bellezza in-contro deturpazione. Concentrazione di valore, rete, intreccio vivente che reagisce e agisce. Riparo fatto d’intenzioni concrete e realizzazioni poetiche, dipresenza che non è mai assenza. Barricata inequivocabile al disordine. Invitiamo gli artisti, i musicisti, i performer e i curatori a partecipare con iniziative qui alla Cavallerizza nei tre piani della manica dal 1 al 20 ottobre dalle 15 alle 21 tutti i giorni.

Lunedì ore 17.30 incontro Museo Vivente  III piano della manica prospicente igiardino con ingresso dallo scalone centrale.

Annunci

23/5/2018 – 4 anni di occupazione verso l’uso civico

A 4 anni dall’occupazione di Cavallerizza Reale vi invtiamo MERCOLEDI’ 23 MAGGIO ALLE 18.30.

L’invito è rivolto a tutt* coloro che vogliano partecipare a quello che sarà un punto di svolta del percorso della Cavallerizza, autoproclamatasi Uso Civico.

Ci confronteremo sul percorso di 4 anni in Cavallerizza.
Un percorso di autogoverno che ha portato a rivendicare lo spazio come uno luogo ad uso collettivo, che ha dato luce a HERE – che raggruppa i contributi di oltre 500 artisti – all’apertura del primo Laboratorio Serigrafico pubblico a Torino, alla cucina “La Zappata”, al nascente Museo Vivente (una collezione permanente di Opere d’arte in Cavallerizza), alla CLAP (un luogo di supporto per lavoratori e lavoratrici precari), al Gruppo Giardinabilità che cura giardino e orto comunitario, al Progetto Radio, al Progetto Ciclofficina Popolare, al Progetto Didattica destinato ai più piccoli, al nascente progetto Donne Resilienti, al Gruppo Giocolerizza (uno spazio di allenamento e confronto per gli artisti circensi), al Gruppo Agorà (attivatore di progetti all’interno della Cavallerizza), oltre alle consuete attività di accoglienza, teatrali, musicali e di sostegno alle produzioni artistiche.

“LA CAVALLERIZZA È PER TUTTI”

—————————————-

La Cavallerizza Reale è stata occupata ormai quasi 4 anni fa, il 23 maggio 2014, con l’obiettivo di bloccare la vendita ai privati ed esigere che il patrimonio collettivo non fosse consegnato in mano alle banche. “Cavallerizza è per tutti” è lo slogan riportato dallo striscione all’entrata del complesso. Lo scopo principale dell’occupazione, infatti, è sempre stato quello di dare uno spazio di libertà alla Cittadinanza per accoglierne i propri bisogni e desideri.
All’interno della Cavallerizza la Cittadinanza si autoorganizza attivamente usando il Bene Comune secondo quelli che sono dei valori comuni di solidarietà sociale. L’uso non privato, l’orizzontalità del metodo decisionale e l’amministrazione diretta della Cittadinanza, sono sempre stati i principi cardini di questa realtà. Chiunque rispetti e condivida i valori e le regole di utilizzo potrà contribuire alla costruzione dello spazio. Il contrapporsi all’individualizzazione dell’uso delle risorse, alla massimizzazione del profitto di pochi e all’atomizzazione sociale, lavorativa ed emotiva è uno degli strumenti per rispondere alle esigenze di lotta che il presente ci impone.
Nei suoi 4 anni di occupazione la Cittadinanza è riuscita a creare un valore culturale e sociale che emerge dalle sole mura. Cavallerizza è oggi una realtà con un’esperienza politica e poetica, di partecipazione, conflitti, arte, socialità, bellezza. Per questa ragione chiamiamo la Cavallerizza Bene Comune emergente. Un Bene Comune, per sua natura, deve essere preservato per le generazioni future: ne deve essere garantita accessibilità, fruibilità, attraversabilità, un uso non privatistico e non speculativo.
Cavallerizza è quindi assimilabile a quelle risorse comuni che negli spazi rurali venivano chiamati usi civici, destinati ad essere utilizzati e creare valore per la comunità. L’uso civico ha comportato la scrittura, nero su bianco, del modo con il quale la “comunità di riferimento” dell’Assemblea Cavallerizza prende le decisioni e del modo con il quale si realizzano le attività che si svolgono al suo interno.
Per questo oggi rivendichiamo la nostra esistenza e vogliamo che anche le istituzioni riconoscano che la Cavallerizza è già un Bene Comune e, in quanto tale, destinata all’uso collettivo della Cittadinanza. L’istituzione si trova a dover riconoscere le regole che l’assemblea stessa si è data e quindi l’azione indipendente dei cittadini all’interno dello spazio.
Da fine novembre 2017 abbiamo dunque raccolto e discusso le consuetudini con cui la comunità agiva all’interno dello spazio e abbiamo prodotto una carta dei valori e un regolamento per l’autogestione degli spazi.
Questo per soddisfare uno dei primi criteri fondamentali ossia garantire l’accessibilità del bene a tutta la Cittadinanza: un atto di trasparenza sul “come” si agisce in Cavallerizza. Tutto in Cavallerizza avviene e avverrà alla luce del sole, senza alcun accordo in forma privata. Anche qualora il Comune di Torino decida di riconoscere l’uso civico e collettivo degli spazi della Cavallerizza, sarà però importante che all’Assemblea partecipino cittadini attivi, consapevoli e in lotta, per presidiare il comportamento delle istituzioni, prime vere colpevoli dell’abbandono e del degrado della Cavallerizza.
Le persone che parteciperanno potranno quindi contribuire e lottare affinché Cavallerizza sia sempre un Bene Comune sempre aperto, libero, solidale per tutti e tutte.

L’invito è quindi rivolto a tutti i cittadini che vogliano partecipare a quello che sarà un punto di svolta storico della vita di Cavallerizza, autoproclamatasi Uso Civico.
L’appuntamento è per mercoledì 23 maggio 2018 alle ore 18:30 con la Cittadinanza nel cortile della struttura, dove ci confronteremo sul percorso di 4 anni in Cavallerizza. Un percorso di autogoverno che ha portato a rivendicare lo spazio come uno luogo ad uso collettivo, che ha dato luce a HERE – che raggruppa i contributi di oltre 500 artisti – all’apertura del primo Laboratorio Serigrafico pubblico a Torino, alla cucina “La Zappata”, al nascente Museo Vivente (una collezione permanente di Opere d’arte in Cavallerizza), alla CLAP (un luogo di supporto per lavoratori e lavoratrici precari), al Gruppo Giardinabilità che cura giardino e orto comunitario, al Progetto Radio, al Progetto Ciclofficina Popolare, al Progetto Didattica destinato ai più piccoli, al nascente progetto Donne Resilienti, al Gruppo Giocolerizza (uno spazio di allenamento e confronto per gli artisti circensi), al Gruppo Agorà (attivatore di progetti all’interno della Cavallerizza), oltre alle consuete attività di accoglienza, teatrali, musicali e di sostegno alle produzioni artistiche.

26/11/2017 Scriviamo insieme il regolamento di uso civico per Cavallerizza

Oggi, così come è avvenuto in questi anni, sono molti/e i/le cittadini/e che partecipano attivamente alla vita di Cavallerizza o semplicemente fruiscono delle attività e attraversano gli spazi.

Ma sono ancora di più quelli/e che tengono al futuro di questo luogo.

Questo è un appello a tutti/e coloro che credono nella forza e nell’importanza del processo che sta avvenendo.

Nei prossimi tre mesi si apre un importante nuovo capitolo di questa mobilitazione cittadina, che è anche un processo innovativo per la città e a livello nazionale.

In tre anni di autogoverno la comunità aperta, eterogenea, in continuo mutamento che ha animato Cavallerizza ha sperimentato forme di gestione di un bene comune costruendo nuovi strumenti di relazione, di co-creazione artistica e di uso collettivo della Cavallerizza.

Oggi, attraverso questo processo istituente, metteremo nero su bianco i criteri di uso degli spazi, così da renderli ancora più accessibili.

Questo è il momento di unirsi Tutt* intorno un obiettivo comune. Questo è il momento di esserci, per la Cavallerizza!

Da domenica 26 novembre alle 17:00 in Cavallerizza, via Verdi n. 9 Torino

#Cavallerizzapertutti
#ScriviamoInsieme
#Usocivico

Assemblea Cavallerizza 14:45

A seguire uno spettacolo

“Un solo clown” https://www.facebook.com/events/511244339241365/

 

 

 

Assemblea cittadina 26 aprile 2017 ore 19.00

Il Comune di Torino organizzerà un incontro in Cavallerizza nel mese di maggio con l’obiettivo di dichiarare quali “possibilità” l’amministrazione ha individuato per il futuro della Cavallerizza, in particolare per quanto riguarda la parte del Maneggio Alfieriano.

Tuttavia, mentre l’assessore al bilancio Rolando diffonde la notizia del coinvogimento dei privati e della “resurrezione” del Masterplan commissionato a Compagnia di San Paolo dall’ex Giunta PD, appaiono sui giornali articoli piuttosto preoccupanti ove alcuni soggetti (da consiglieri del PD a soprintendenza a Musei Reali) sembrano auspicare la conclusione dell’esperienza Cavallerizza.

Ci troviamo dunque mercoledì 26 aprile alle 19:00 e mercoledì 3 maggio alle ore 19:00 in Assemblea Cittadina per discutere di come affrontare i rapporti con l’amministrazione e l’incontro di maggio 2017.

12 marzo 2017 incontra-immagina-progetta call gruppi cavallerizza

Anche  quest’anno invitiamo la cittadinanza a unirsi alle domeniche di partecipazione, in particolare chiamiamo tutti coloro che sono interessati a portare avanti questo progetto a aiutare i gruppi di lavoro a crescere.

Vi aspettiamo domenica 12 marzo dalle 17.00 alle 20.00

CALL GRUPPI CAVALLERIZZA

MUSICA: Il gruppo musica riparte con la chiamata aperta a tutti i musicisti e tecnici del suono,che sono interessati a creare cultura e produzione musicale all’interno di cavallerizza. La cavallerizza ha bisogno di nuove menti, di nuove idee e di braccia, che hanno il piacere di creare e sviluppare i loro progetti con noi, aiutandoci ad organizzare ed preparare gli spazi che ancora devono essere resi agibili per fare attività. Vi aspettiamo numerosi e vogliosi di condividere insieme le proprie esperienze.
mail lab.musica@cavallerizzareale.org

POLO LETTERARIO:SI occupa delle proposte culturali legate alla scrittura.
Letteralmente, letterariamente, di letterario, sulla letteratura, ci interessano tutti gli aspetti.
Crediamo che la dieta migliore per i lettori sia onnivora.
mail: pololetterario@cavallerizzareale.org

ARTI CIRCENSI: tra le sue tività: Giocolerizza: uno spazio di allenamento libero per giocolier* , breakers e qualsivoglia forma fisico – artistica in un ambiente ampio e aperto alla sperimentazione.
Ricerca persone interessate a: creare laboratori/workshop, costruire insieme spettacoli sia con produzioni interne a cavallerizza sia lasciando spazio a progetti in collaborazione e al miglioramento degli spazzi.
mail giocolleria@cavallerizzareale.org

AGORA’: uno spazio di discussione e organizzazione di momenti di sensibilizzazione sociale e politica. Percorsi attivi beni comuni, punto tutela lavoro.
mail agora@cavallerizzareale.org

COMUNICAZIONE: il gruppo si occupa di mettere in relazione i gruppi e di diffondere le inziative che si svolgono in cavallerizza, servono grafici e persone che hanno voglia di cimentarsi sulla comunicazione web e social.
mail comunicazione@cavallerizzareale.org

10 dicembre 2016 call for Makers

La Cavallerizza, non è solo teatro, musica e arti visive ma anche artigianato, autocostruzioni e artigianato digitale.


Sabato 10 Dicembre dalle ore 15:00 invitiamo:
– maker per la creazione di un laboratorio di artigianato digitale
– falegnami per la costruzione di una falegnameria
– fabbri per la realizzazione di un laboratorio di lavorazione metalli
– amanti della bicicletta per l’apertura di una ciclofficina

Se sei un maker, un falegname, un amante della bicicletta, un fabbro, un inventore pazzo o un instancabile smanettione allora ti aspettiamo Sabato 10.

Vi invitiamo a partecipare numerosi, in Cavallerizza c’è bisogno anche di te.

20 ottobre 2016 CALL Comunicatori

La Cavallerizza è uno spazio che la cittadinanza ha liberato dal degrado per opporsi alla vendita a privati.
La comunicazione del nostro impegno quotidiano e della nostra produzione culturale è un punto fondamentale per far crescere quest’esperienza.
Se hai competenze in campo grafico/web/ufficio stampa o semplicemente vuoi dare il tuo contributo, ci vediamo giovedì 20.10.2016 alle 19.00 al primo piano della Cavallerizza Irreale!

 

23 ottobre 2016 Visita guidata alla Cavallerizza Reale

Domenica 23 OTTOBRE 2016, ore 10,30

Torino, Via Verdi 9 ingresso Cavallerizza Reale
a cura di
Arch. Anna Gilibert
Prof. Arch. Giovanni Lupo

La visita (gratuita e senza prenotazione) intende raccontare come la città sabauda nota oggi sia il frutto di un laborioso sovrapporsi di progetti, molti completati, altri interrotti a causa degli avvenimenti politici in cui il ducato e poi regno si è trovato coinvolto.

L’aspetto assolutamente stupefacente è che oggi abbiamo una stratificazione che va dalla fine del ‘500 sino agli anni centrali dell’800 fatta di palazzi (in parte esistenti, altri scomparsi), luoghi di governo (le segreterie di Stato), di archiviazione (l’archivio juvarriano), di teatro (il regio), di alta educazione (l’Accademia Militare), sino alla scuola di equitazione (la Cavallerizza) ed alla zecca sabauda.

Lungo questo asse è anche collocata l’Università Settecentesca, antico polo culturale con la biblioteca (nucleo originario della Biblioteca Nazionale di Torino) e le collezioni archeologiche sabaude aperte al pubblico (nucleo originario del Museo Nazionale di Antichità di Torino).

In Europa è forse il centro di comando dell’età dell’Assolutismo meglio conservato al centro di una città. Fa parte del sistema seriale delle residenze sabaude dichiarate nel 1997 sito UNESCO.

Spesso i torinesi non ricordano tutte queste strutture in modo unitario.

La visita le ripercorre, partendo dalla Cavallerizza Reale, dove sarà
dedicato un approfondimento particolare al maneggio di Benedetto Alfieri, al complesso delle strutture della Cavallerizza ed ai Giardini Reali Alti, un’area verde nel cuore di Torino eccezionalmente conservata dall’età barocca.

16 luglio 2016 Juvarra’s Yard: Jambalaya 37 (live Nu-Funk) + Drum’n’bass Dj set

Cavallerizza Irreale vi invita sabato  16 luglio alle 22.30 a un nuovo spettacolo di Yuvarra’s Yard.

Il cervo alieno di Juvarra’s Jungle Yard atterrerà nella Cavallerizza irreale.
Dalle 22.30 concerto con i Jambalaya 37 che presenteranno la loro ultima fatica nu soul targata Abformal Recordings. Dopo il concerto musica drum’n’bass old school e liquid funk con Ander, Jazzatron e Rastal.

Dalle 22.30:
Live: Jambalaya 37 (Abformal)

djs: Ander (Jungle Pride)
Jazzatron (Fokuz, Celsius, Modulate)
Rastal (Jungle Pride)

Ingresso Up To You

15 luglio 2016 – Insieme Afro Torino

Cavallerizza Irreale vi invita venerdì 16 luglio alle ore 22.30 a un concerto degli
INSIEME AFRO TORINO:

Insieme Afro  Torino è un collettivo di diversi musicisti e cantanti di diversi paesi incontrati a Torino con musicisti Italiani,  Lead Vocals by  Ibson Daone del Senegal, Kholeho Mossala  del Sud Africa e Aboli della Costa d’Avorio.

Genere Afro word music.

Ingresso Up to you