Archivi tag: teatro

Che cos’è il biglietto ribaltato?

Con il “biglietto ribaltato” è lo spettatore che decide, una volta visto lo spettacolo, di pagare ciò che considera opportuno e giusto.

È un allenamento di responsabilità dove lo spettatore deve tener conto che la produzione e la presentazione di uno spettacolo teatrale ha costi che includono anche la retribuzione agli artisti.

Tenendo conto di questo e della sua possibilità economica, lo spettatore stabilisce il proprio prezzo d’entrata.

All’ingresso in teatro non viene chiesto di pagare un biglietto ma la responsabilità di quanto costa lo spettacolo o la performance è dello spettatore che, al termine della serata, decide quanto sia il prezzo considerando:
1. la qualità dello spettacolo visto;
2. la quantità di lavoro che, secondo lui, la compagnia ha impiegato per creare lo spettacolo o la performance;
3. il lavoro di Cavallerizza Irreale inteso come organizzazione, ospitalità, allestimento tecnico, accoglienza;
4. le sue possibilità economiche;

Istruzioni per lo spettatore:
– All’ingresso viene dato un biglietto simbolico allo spettatore.
– All’uscita si restituisce il biglietto e si paga il costo (inteso da Cavallerizza come risultato del pensiero, del giudizio, della cura e delle proprie possibilità economiche come cittadino e spettatore).

Siamo certi che vedrai il “biglietto ribaltato” come un’opportunità per dare valore a uno spettacolo, un laboratorio o ciò che sarà. Saprai sicuramente adattarlo alla tua situazione economica.

Il nostro desiderio è quello di riformulare il consumo della cultura, di adattare la nostra offerta a tutti i portafogli e creare una comunicazione diretta tra spettatore e artista.

Annunci

13 -22 MAGGIO 2016 – HERE

HERE è una prima forte dichiarazione aperta da parte di artisti, curatori e volontari, di voler costruire un polo per le arti e culture contemporanee, situato in un contesto che in due anni di autogestione si sta già sviluppando in questa direzione, portando avanti collaborazioni all’interno di gruppi di lavoro eterogenei, comprendenti diverse discipline culturali ed artistiche, che lavorano in uno stato di interscambio continuo.

Continua a leggere 13 -22 MAGGIO 2016 – HERE

12 Maggio 2016 – Spettacolo teatrale “Peli”

Lo spettacolo di questa sera si svolge all’interno del Festival Lgbt* – INTERSEZIONI organizzato dal Collettivo Idenità Unite e Si Studenti Indipendenti.

Melania e Rossella giocano a Burraco tutti i giovedì con due amiche. ma questo giovedì è diverso: sono sole e Rossella sembra molto preoccupata. Mentre si sfidano a carte, le due si scoprono poco a poco, rivelandoci le loro relazione famigliari, i loro dolori e la loro vulnerabilità tutta umana. Continua a leggere 12 Maggio 2016 – Spettacolo teatrale “Peli”

24 marzo 2016 – CALL PER STUDIO OSCENICI

ARTI SCENICHE E ASSEMBLEA CAVALLERIZZA 14:45 presentano martedì 24 marzo 2016 ore 21.00

assemblea


CALL rivolta ai lavoratori della scena!
Stai lavorando a qualcosa
e vorresti mostrarlo ad un piccolo pubblico?

iscriviti alla serata di STUDI OSCENICI e avrai la possibilità di partecipare e condividere il tuo materiale.

manda una mail a programmazione.cavallerizza@gmail.com
come Oggetto scrivi : “STUDIO – e il tuo nome a seguire”,
nella Mail scrivi: il nome della tua performance con qualche riga di descrizione.

Questa serata è pensata per fortificare la RETE dei lavoratori dello spettacolo della città e soprattutto per dare al PUBBLICO un assaggio di proposte e poetiche differenti.

a fine serata un piccolo rinfresco e musica per scambiarsi opinioni, CONOSCERSI e chissà… collaborare!

A fine serata sarai tu poter decidere a quale artista o gruppo donare il tuo
UP TO YOU a sostegno della produzione dal basso!
I pezzi si susseguiranno uno dopo l’altro.
Il materiale proposto può avere la durata di max 10 min.
Tutti i linguaggi sono benvenuti.

12 DICEMBRE 2015 SPETTACOLO: LA GATTA BUIA

Proseguono le attività negli spazi della Cavallerizza Reale di Torino, patrimonio UNESCO, sono stati tolti dal degrado e restituiti alla cittadinanza il 23 maggio 2014 grazie all’Assemblea Cavallerizza 14:45, un gruppo eterogeneo di cittadini (artisti, professionisti, studenti, artigiani….) che sogna la destinazione futura dell’intero complesso come bene comune

La gatta buia

Sabato 12 dicembre alle ore 21,00 nella Manica Corta della Cavallerizza Reale

spettacolo Teatrale “LA GATTA BUIA”

con

Nadia Sponzilli, Laura Castelli, Daniela Salusso, Michele Gambacristi, Luca Giacomini, Christian Baldin, Massimo Deodato, Silvano Corvaglia, Michel Roig, Lucietta Perona,

Stella Sorcinelli, Giulia Amico Di Meane, Carolina Dardano, Luciano Gallo, Serena Martin, Sonia Gianotti, Daniela Ruffa, Francesca Di Nicola, Guido Picco, Giuseppe Savino

 Musiche dal vivo Luciano Gallo

Drammaturgia Emilio Locurcio

Regia Emilio Locurcio e Stella Sorcinelli

Uno spettacolo che nasce dalla rielaborazione delle esperienze  raccolte durante alcuni laboratori realizzati  dall’Associazione Formazione80 presso la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Compagnia di San Paolo e realizzato dall’Associazione di Idee Maigret & Magritte.  La storia racconta una sola giornata, dall’alba a notte fonda, di chi è dentro a conteggiare il tempo e di chi sta fuori ad aspettarlo, imparando poco a poco qual è il prezzo reale da pagare per avere commesso un reato e quante persone sono prese in ostaggio da questa colpa.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

https://www.facebook.com/events/1711820385705435/

26 NOVEMBRE 2015 RIDE THE WHITE HORSE INNAUGURAZIONE AREA SPAZI ATELIER

Giovedì 26 novembre dalle ore 21.00 la Cavallerizza Reale apre i suoi spazi alla cittadinanza e presenta una serie di spettacoli e attività.

PERCORSO DI MUSICA ELETTRONICA DIFFUSA | INAUGURAZIONE AREA SPAZI ATELIER (primo piano)

ride th white house

In occasione dell’inaugurazione dell’area atelier, la Cavallerizza apre le porte al pubblico e Ride The White Horse galoppa tra le sue stanze lasciando traccia indelebile dell’arte che porta in sella. Giovedì 26 dalle ore 21 la Cavallerizza Reale si illumina e dà luce ai progetti musicali attualmente in vita presso le sue belle sale. Una sorta di saggio, che precede il prossimo ufficiale spettacolo. Una messa in mostra delle attività che si svolgono all’interno dei suoi spazi, con un focus speciale su Ride The White Horse, il progetto di musica elettronica ed elettrificata.


Gli spazi Atelier del primo piano sono disponibili per l’ospitalità di prove, incontri, riunioni, attività, lavoro a realtà associative, collettivi, gruppi informali. Info e prenotazioni (assembleacavallerizza1445@gmail.com)

 

Ride The White Horse nasce nel 2014 con l’intento di promuovere la musica elettronica come forma conclamata di arte e si sviluppa nell’autunno 2015 in una CALL, altresì detta CONVOCAZIONE, che chiama all’appello musicisti, produttori, dj e video artisti per scrivere e mettere in scena insieme uno spettacolo. La performance finale è preceduta da una serie di laboratori che consentono alle porzioni dello spettacolo di prendere concretamente forma. Ogni giovedì, verso sera, artisti variegati si incontrano in Cavallerizza e provano, condividono, discutono la propria fetta di arte. Un progetto che nasce dall’alto, ma che si sviluppa in autonomia, senza gerarchi che tengano le fila, in un proliferare spontaneo di bellezza.

La Cavallerizza ha scelto di raccontantarsi, aprendo le porte delle stanze in cui i laboratori si svolgono per davvero e mostrando quello che accade in ciascuno spazio. Ogni stanza regala un assaggio di quello che sarà il suo aspetto finale, si alternano improvvisazione elettronica, sala chill out, psichedelica, dj set etno-elettronici, selezioni rock n roll, installazioni audio/video, visual…

I visitatori, attraversando le porte di ciascuna camera, si immergono nello spirito di Ride The White Horse, così da comprenderne i suoi aspetti progettuali. L’evento è anche occasione per raccogliere adesioni. La messa in atto è in corso e, fino all’ultimo, nuove teste e nuovi cuori potranno decidere di cavalcare il cavallo bianco con noi.

Descrizione progetti avviati:

Randomize: Nell’ambito del più ampio progetto legato all’improvvisazione GLB + Federico Ferraris propongono la sonorizzazione di una stanza con suoni riconducibili alla musica elettronica, dalle sfumature più chill ai ritmi più techno, una piece di improvvisazione, sperimentazione aperta a tutti coloro che hanno aderito al progetto, mixer e porta midi sono a disposizione per ogni contributo creativo “….destrutturando il caos si trovano nuove forme di ordine soggettivo.”

Il gruppo Ambient-Sperimentale, nasce in seno alla Cavallerizza nel contesto della nuova “gestione” dello spazio occupato di Via Verdi. Il gruppo si è formato lavorando insieme nella sala della Manica Lunga, prendendo forma in modo graduale fino ad arrivare all’attuale formazione composta da Alberto Cotti, Pietro Bottioni ed Andrea Daolio, rispettivamente Sintetizzatore/tastiere, Chitarra/Basso, Programmazioni/Pc.
Il progetto nasce e viene performato Live, con ampie sezioni di improvvisazione su un “canovaccio”. Il tema portante è la Natura, con evoluzione musicale sul ciclo dell’acqua: il Temporale (Theme 1), il Fiume (Theme 2), il Mare (theme 3), le Balene/la Vita (theme 4).
Listen and Enjoy!

Programma della serata

AREA BIBLIOTECA “BABELE REALE”
dalle ore  21  alle  21.30
COME COMBATTERE PRESENTAZIONI BORIOSE
A cura di Oriana Conte e Guglielmo Basili
A seguire letture:
ore 21:30 – 22:30 Carmen, con l’autore Vincenzo Grasso.
ore 22:30 – 23:00 IlMorandazzo, con Massimo Pica.
ore 23:00 – 23:30 Talita Kum con Federico Bergaglio.
ore 23:30 – 24:00 L’Insostenibile condizione dello studente fuori sede. Solo la scatoletta di tonno ci potrà salvare.
Dalle 24:00 Tanti auguri SuiGeneris!
Spegniamo la candelina su un buffet di dolci!
Link: https://www.facebook.com/events/509663955866828/

————————————————–

AREA TEATRO MANICA CORTA
dalle ore  21.30 Spettacolo
LA TERRIBILE OPPRESSIONE DEI GESTI MAGNANIMI (primo studio teatrale)
con Marco Di Tieri, Alba Porto, Camilla Sandri
regia di Andrea Ciommiento
piattaforma CO.H
In occasione delle giornate contro la violenza sulle donne
Link: https://www.facebook.com/events/896719207077987/

———————————————-

AREA TEATRO MANEGGIO REALE

Ore 20.30 > 22.30
STRAY DOGS: 20 CORTI DI GIOVANI REGISTI EGIZIANIA a cura di Violetta Tonolli in collaborazione con Assemblea Cavallerizza 14:45 e Alto Istituto di Cinema del Cairo
Link: https://www.facebook.com/events/1690325317878532/

 

Venite vi aspettiamo!

https://www.facebook.com/events/1632541367012490/?ref=1&action_history=%5B%7B%22surface%22%3A%22permalink%22%2C%22mechanism%22%3A%22surface%22%2C%22extra_data%22%3A%5B%5D%7D%5D

FORUM DELLE IDEE – Cavallerizza Porte Aperte – Venerdì 27, sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo

FORUM DELLE IDEE
Cavallerizza Porte Aperte
Venerdì 27, sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo

(Evento Facebook: http://www.facebook.com/events/1548647218743797)

Dopo otto mesi di occupazione, Assemblea Cavallerizza 14:45 invita la cittadinanza al FORUM DELLE IDEE: tre giorni di musica, teatro, cene sociali ma soprattutto percorsi partecipativi per immaginare e costruire insieme il futuro della Cavallerizza!

3 giorni per visitare tutti gli spazi della Cavallerizza, da quelli che sono aperti quotidianamente, al maneggio, alle decine di appartamenti abbandonati ai piani superiori…
3 giorni di incontri, dibattiti, concerti, spettacoli, cene sociali, attività per i/le più piccoli/e…
3 giorni per immaginare e costruire il futuro della Cavallerizza, dal basso, oltre l’abbandono!

PROGRAMMA

Durante i giorni delle Porte Aperte potrete esprimere i vostri sogni, desideri e idee per la Cavallerizza in contenitori appositi. Le idee raccolte verranno poi riprese nel processo partecipativo dei seguenti mesi.

Saranno inoltre sempre visibili le esposizioni su:
Pirate Dream Tour – viaggio negli spazi occupati d’Europa alla ricerca di sogni pirata – Prima tappa: Cavallerizza reale Torino
– la storia dell’Assemblea Cavallerizza 14:45 e dell’occupazione in particolare
– città e decrescita (a cura del Circolo per la decrescita felice di Torino)

— Venerdì 27 Febbraio —

Ore 21.00
Come agisce l’amministrazione su trasformazioni urbane, gestione dei beni comuni? (Dibattito)
con:
Ugo Mattei, Prof. di Diritto Civile (Università degli studi di Torino
Gianni Vattimo, (Università degli studi di Torino)
Guido Montanari, Prof. di Storia dell’architettura (Politecnico di Torino)
Teatro

— Sabato 28 Febbraio —

Ore 11.00
Forum dei bambini: Laboratori creativi per i più piccoli inventori di sogni…Racconti e animazione per conoscere gli spazi inesplorati della Cavallerizza reale…Pic nic e merende da condividere tutti insieme.

Visita guidata della Cavallerizza Reale con il dott. Giovanni Lupo: * Professore ordinario i.q. di storia dell’architettura del Politecnico di Torino

ore 12:00
Mercato Genuino Clandestino
[cortile, portici]

Ore 15.00
Visita guidata della Cavallerizza Reale con il prof. Giovanni Lupo*

Ore 16.00
Trasformazioni urbane e percorsi di progettazione partecipata: come agisce l’amministrazione della nostra città? E come si gestiscono invece altrove? (Dibattito)
con: Comitato SniaRischiosa, Comitato Dora Spina 3, Arch.Ianira Vassallo dottoranda in Politiche Pubbliche e Pianificazione Territoriale presso lo IUAV di Venezia
[Foyer del Maneggio]

Ore 19.30
Merenda Sinoira con musica
[Foyer della Manica Corta]

Ore 21.00
“Il Teatro ai tempi della dittatura”
Conferenza-Spettacolo diretta da Domenico Castaldo

Ore 23.00
BestieRare in concerto!
Presentazione nuovo album
(per dettagli: www.facebook.com/events/778823725532228)
[Manica Lunga]

— Domenica 1 marzo —

Ore 11.00
Forum dei bambini: Laboratori creativi per i piccoli inventori di sogni… Racconti e animazione per conoscere gli spazi inesplorati della Cavallerizza reale… Pic nic e merende da condividere tutti insieme

Visita guidata della Cavallerizza Reale con il prof. Giovanni Lupo *

Ore 12.00
Mercato Genuino Clandestino
[cortile, portici]

Ore 15.00
Visita guidata della Cavallerizza Reale con il prof. Giovanni Lupo *

Ore 17.00
Albero delle idee – Sogni e Bisogni della piazza Cavallerizza: un iniziativa di creazione collettiva per immaginare insieme una Cavallerizza di tutti e per tutti!
Con la partecipazione e contributi di:
– Piero Gilardi: Artista
– Elio Germano: Attore
– Angelo D’orsi: prof. di Storia del pensiero politico contemporaneo nell’Università di Torino
– Giovanni Semi: prof. di Sociologia dei processi urbani all’Università di Torino
– Salvatore Cominu: ricercatore
– Giovanni Lupo: Professore ordinario i.q. di storia dell’architettura del Politecnico di Torino
– Anna Gilibert: Tecnologa dei materiali
– Luisa Valente: Insegnante I.q di architettura al 1°liceo artistico
– Sistema Torino
– Silvia Lorenzo: cantante, attrice
– Ass.Cavallerizza 14:45: il percorso partecipativo dei prossimi mesi
[Teatro Manica Corta]

Ore 20.00
Estratto Figurelle – Laboratorio Permanente di Ricerca sull’Arte dell’Attore di Domenico Castaldo
[Teatro]

Ore 22.00
EUGENIO FINARDI IN CONCERTO!
https://www.facebook.com/events/419063601603771/

Dopo otto mesi di occupazione, Assemblea Cavallerizza 14:45 invita la cittadinanza al FORUM DELLE IDEE: tre giorni di musica, teatro, cene sociali ma soprattutto percorsi partecipativi per immaginare e costruire insieme il futuro della Cavallerizza!
In questi 8 mesi già numerose idee sono state proposte e molte realizzate, il complesso da maggio scorso ha ricominciato a vivere e ad essere vissuto e attraversato. Il Comune, dopo anni di indifferenza, sta ora proponendo destinazioni d’uso per questo luogo, senza tenere conto di quello che lo spazio è, ed è diventato, ma soprattutto dei bisogni degli abitanti della città.
Crediamo che l’abbandono a cui è stata costretta la Cavallerizza abbia contribuito all’arricchimento di chi oggi immagina ostelli, negozi luccicanti e residenze private.
Noi invece vogliamo proporre qualcos’altro, vogliamo immaginare e provare a realizzare una Cavallerizza che sia realmente aperta a tutta la cittadinanza.
Quello che immaginiamo è la costruzione collettiva di spazi e immaginari differenti.
Vogliamo che chi abita questa città possa visitare il cortile, attraversare i portici, ascoltare musica immerso nei giardini reali.
Vogliamo che ognuno senta come proprio il palcoscenico, che ognuno suoni il pianoforte nel foyer aspettando l’inizio del concerto.
Vogliamo che i/le bambini/e possano pensare alla Cavallerizza come luogo proprio, dove partecipare ai laboratori e alle attività organizzate.
Vogliamo che il futuro della Cavallerizza non venga deciso sulla testa dei suoi abitanti dall’amministrazione comunale, dopo anni di indebitamento delle casse cittadine e di dismissione dei servizi pubblici.

Desideriamo che la terra, la cultura, la città siano nostre e di tutti/e.

3 giorni per visitare tutti gli spazi della Cavallerizza, da quelli che sono aperti quotidianamente, al maneggio, alle decine di appartamenti abbandonati ai piani superiori…
3 giorni di incontri, dibattiti, concerti, spettacoli, cene sociali, attività per i/le più piccoli/e…
3 giorni per immaginare e costruire il futuro della Cavallerizza, dal basso, oltre l’abbandono!

adesivo forum

Appello: Difendiamo la Cavallerizza

Ecco l’appello difendiamo la Cavallerizza da firmare su change.org!

Da venerdì 23 maggio la Cavallerizza Reale è stata riaperta alla città. Come abitanti di Torino abbiamo sentito l’esigenza di far rivivere questo meraviglioso pezzo di territorio. Da anni a questa parte, infatti, la Cavallerizza Reale versa in uno stato di degrado sempre più allarmante in seguito al suo progressivo svuotamento, iniziato con lo sfratto di tutti gli inquilini ed ultimato in novembre con la chiusura delle sale gestite dal Teatro Stabile.
Resistono solo poche attività vitali all’interno del complesso, usato ormai per lo più come parcheggio: tra queste lo storico Circolo Beni Demaniali, anch’esso sotto sfratto.

La Cavallerizza Reale è un complesso architettonico unico nel suo genere ed un bene di valore inestimabile, non solo per il suo valore storico ed artistico ma per il significato simbolico che ha assunto negli anni per la città.
È inaccettabile che questo patrimonio di memoria storica e culturale del territorio sia destinato all´abbandono, come dimostrano le pessime condizioni in cui versa, per via di una gestione incurante da parte del Comune che ha trascurato la manutenzione degli stabili. È ancor più inaccettabile che un bene pubblico da sempre attraversato e
vissuto da tutti i cittadini, un luogo di produzione di cultura per tutti gli abitanti, sia stato messo in vendita.
Attraverso un processo di cartolarizzazione, infatti, l’intera area è stata messa all’asta dal Comune di Torino, che l’aveva acquistata dal Demanio per decine di milioni e che nonostante le molte difficoltà incontrate nella ricerca di acquirenti cerca ora di vendere ad ogni costo, anche ad un prezzo decisamente e progressivamente più basso: una
svalutazione che preannuncia una nuova speculazione.

La Cavallerizza Reale è iscritta nell’elenco dei beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell´UNESCO come parte integrante dell´area della “Zona di comando”, parte del più ampio insieme delle residenze sabaude: per la tutela sono necessarie l’integrità fisica degli edifici e la loro fruizione pubblica in ambito culturale. Tuttavia l’amministrazione comunale nel 2012 ha deliberato che la Cavallerizza possa essere destinata a usi di carattere privato, come residenze ed esercizi commerciali. In quest’ottica, apprendiamo da La Stampa del 29 maggio che sarebbero presenti due compratori interessati al bene per farne appartamenti di lusso ed esercizi commerciali. Una simile trasformazione è prevista anche per la vicina area dei Giardini Reali, in cui si prospetta la realizzazione dell´ennesimo parcheggio interrato, riducendo un´importante area verde nel cuore della città in un giardino su soletta.
Ci troviamo pertanto di fronte ad un patrimonio della città che dovrebbe essere liberamente vissuto e frequentato da tutti i cittadini e che invece il Comune vuole svendere, privatizzare e destinare al profitto di pochi: una prospettiva che non possiamo tollerare e che ci stiamo impegnando con forza a contrastare.

Per questo:

  • chiediamo che il complesso della Cavallerizza sia rimosso dal programma di cartolarizzazione del Comune di Torino e sia immediatamente bloccata l´asta per la sua vendita, perché tutto il complesso rimanga di proprietà pubblica;
  • chiediamo che la Cavallerizza, in quanto patrimonio della città e dell’umanità, rimanga sempre aperta ed accessibile a tutti i cittadini: la destinazione degli immobili deve rimanere legata ad una funzione pubblica e ad una fruizione collettiva, ne sia conservata e potenziata la valenza socio-culturale e la natura di luogo di aggregazione; sono del tutto incompatibili e inaccettabili usi impropri di carattere privato e speculativo;
  • chiediamo che il futuro della Cavallerizza venga deciso insieme ai cittadini attraverso processi di gestione partecipativa: in questa prospettiva la destinazione degli immobili deve essere decisa in base alle esigenze reali dei cittadini affinché questo luogo torni ad essere uno dei cuori pulsanti della città.

A partire dalla Cavallerizza sentiamo infine la necessità di costruire un ragionamento collettivo sulle contraddizioni legate alle trasformazioni urbane di Torino e sulle politiche che le hanno generate, per riaffermare l´importanza della partecipazione dei cittadini nel governo del territorio.

Invitiamo pertanto tutti i cittadini a sottoscrivere questo appello ed a partecipare attivamente alle iniziative promosse per fare vivere e difendere la Cavallerizza Reale.

Per aderire, inviate una mail a: assembleacavallerizza1445@gmail.com

PicsArt_1401730771910