Programma – settimana 2.0

abitarelacittà - logoGIOVEDì 05 GIUGNO

Dalle 15.00 (all’aperto) – RIUNIONE GRUPPO GIURIDICO

Dalle 19.30 (all’aperto) – RIUNIONE GRUPPO PROGRAMMAZIONE

19.00-20.30 (teatro) – INCONTRO Co.H

21.00 (teatro) – MAUSCHWITZ
Associazione Teatrale L’Amaca
trasposizione teatrale del fumetto-romanzo Maus di Art Spiegelman.

Dalle 22.00 (teatro) – PROVE GIANLUCA E ROCCO

VENERDì 06 GIUGNO

8:00/10:00 (teatro) – RISVEGLIO

10:30/12.30 – CAPOEIRA

12:30/17:00 – ASCOLTIAMO LA CAVALLERIZZA
Momento di accoglienza aperto a tutti per prendersi cura dello spazio

17.00 (all’aperto) –  STORIA E STORIE DELLA CAVALLERIZZA REALE
incontro con la D.ssa Clara Palmas sulla storia del complesso della Cavallerizza Reale

18:00 (teatro) – PROVE TECNICA E ALLESTIMENTO SPETTACOLI “GUESS WHO?” e “SALUTI A CASA”.

21.00 (teatro) – GUESS WHO?
Lo.Co Teatro
Testo: Francesca Lo Bue, Annalisa Ambrosio, Regia: Francesca Lo Bue, Joaquin Nicolas Cozzetti, Interpreti: Francesca Lo Bue, Enrico Mazza

La pièce si apre con due persone sedute a un tavolo intente a giocare a “indovina chi”, ma, come appare evidente sin dalle prime battute, non si tratta di una semplice partita. Ad abitare le caselle, al posto delle classiche figure di cartone, vi sono le storie e le esistenze di persone reali. Una sorta di metamorfosi, in cui il mondo diventa semplice gioco, dove ogni cosa viene privata della sua profondità originaria, desacralizzata dalla “serietà” propria della vita, riducendosi a semplice elemento di divertimento.
“Indovina chi” è, in altre parole, un espediente per raccontare un mondo divenuto ormai di plastica, ridotto unicamente a un insieme di stereotipi, figure bidimensionali da guardare con distacco e indifferenza.

21.45 (teatro) – SALUTI  A CASA
Viaggio nel mondo dell’emergenza abitativa
Una Teatro
di e con Anna Carla Bosco, Luciano Gallo e Irene Salza

Anteprima di un lavoro teatrale in progress, una installazione animata che coinvolge il pubblico sul tema dell’emergenza abitativa. Frammenti di notizie e testimonianze si compongono in un collage narrativo attraverso le storie di uomini e donne, super eroi, che si confrontano quotidianamente con la sfida di riuscire ad avere un tetto sulla testa.

SABATO 07 GIUGNO

ASCOLTIAMO LA CAVALLERIZZA
Momento di accoglienza aperto a tutti per prendersi cura dello spazio

tra le idee da organizzare:
In pomeriggio/serata eventuale incursione al Festival in Vanchiglia del “CollettivoCavallerizza14.45” con eventuale parata o altro per promuovere la Cavallerizza Liberata.

13:00 (all’aperto) – RIUNIONE PROGRAMMAZIONE

Dalle 15.00/17.00 – (foyer manica corta o all’aperto) – GIOCHIAMO AL TEATRO
Appuntamento settimanale: Laboratorio di teatro rivolto ai bambini. A cura di Chiara Bosco e Annarita Anselmi
Vieni a giocare al teatro insieme alla Cavallerizza. Preparati per un viaggio con i cavalieri spaziali tra giochi, risate, corse matte e fantasia. Non serve nulla: solo il corpo e la voce, per viaggiare insieme a noi nel tempo e nello spazio.

Dalle 15:00 alle 19:30 (teatro) – INCONTRO Co.H – ore 17.00
INCONTRO CON GABRIELE VACIS

00.30 – (teatro) – SERATA CABARET
Organizzata da Marcos

DOMENICA 08 GIUGNO

15.00 – 17.00 (all’aperto) – CORSO DI AUTOPRODUZIONE DELLA BIRRA
“Bere sano fa andare lontano”
A cura di Giovanni Grossi – MDF – Movimento Decrescita Felice
La birra ha quasi 4000 anni e non li dimostra, ci tiene compagnia, ci disseta, ci fa ridere e ci consola se siamo tristi. Fare la birra è semplice come berla. Proviamo a farla insieme utilizzando i kit e scopriamo gli ingredienti, le tecniche e gli accorgimenti per ottenere un’ottima birra.

15:00/18:30INCONTRO Co.H

19.00 (all’aperto) – ASSEMBLEA PUBBLICA

21.00 (teatro) – L’AUTODIFESA DEI BENI PUBBLICI DA ISTANBUL A TORINO
PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “GEZİ’NİN RİTMİ – IL RITMO DI GEZI”
di Güvenç Özgür e Michelangelo Severgnini.
Tunnel production, ’45, Istanbul, 2014.

Quando le prime centinaia di cittadini di Istanbul sul finire del maggio 2013 si recano al parco di Gezi per impedire fisicamente che le ruspe sradichino gli alberi, una band turca di samba fa il suo ingresso nel parco diffondendo ritmo e ribellione tra le persone accorse per sostenere la protesta. Dopo il brutale sgombero del parco ad opera della polizia turca la band continua ad essere presente sulle barricate fino alla successiva riconquista del parco, animando con musica e pensieri quella spinta collettiva alla giustizia sociale il cui coraggio ha colpito l’attenzione di tutto il mondo.

Presentato ai primi di maggio all’Uluslararası İşçi Filmleri Festivali, il festival internazionale del film dei lavoratori, e proiettato in diverse sale di Istanbul, Ankara, Smirne e Diyarbakir. Presentato ai primi di maggio all’Uluslararası İşçi Filmleri Festivali, il festival internazionale del film dei lavoratori, e proiettato in diverse sale di Istanbul, Ankara, Smirne e Diyarbakir.

A seguire
DIBATTITO APERTO

MARTEDI 10 GIUGNO

ore 18 – INCONTRO SU UNESCO E LA CAVALLERIZZA
con Giacomo Pettinati, ricercatore del DIST (Politecnico di Torino) che ha svolto la sua tesi di dottorato su esperienze in cui i cittadini sono riusciti a salvare dei beni UNESCO e
Anna Gilibert, architetto, docente del Politecnico, membro di Italia Nostra e esperta dell’UNESCO

Annunci

Prossime assemblee alla Cavallerizza

Gruppo giuridico – giovedì 5 giugno h 15:00

Gruppo lavoratori programmazione – giovedì 5 giugno h 19:30

Gruppo logistica – domenica 8 giugno h 17:00

Assemblea pubblica  – domenica 8 giugno h 18:00

Gruppo Cavallerizza dibattiti urbani  – lunedì 9 giugno h 19:00

Gruppo comunicazione – mercoledì 11 giugno h 19:30

Giardini Reali e Comune. E parcheggi.

Ecco l’Accordo di Valorizzazione per i Giardini Reali Inferiori, ove il parcheggio non solo è menzionato, ma espressamente giustificato e raffigurato (pag. 45), e la stima dei costi si aggira attorno ai 6.000.000 di euro.

Interessante come la prima parte del documento inserisca il parcheggio multi-piano nel quadro di un processo che dovrà (pag. 6):

” -enfatizzare il ruolo centrale del sito, creando una serie di servizi finalizzati ad una prima accoglienza dei turisti che intendono visitare i Giardini Reali e il centro monumentale cittadino;

– riqualificare l’area verde dei “Giardini Reali Inferiori” con una continuità sia idele, sia materiale con i “Giardini Reali Superiori”;

– valorizzare i Giardini Reali Inferiori non solo come parco urbano, ma come snodo di collegamento con il Museo di Antichità, il Parco Archeologico e con i Giardini Reali Superiori”

Ecco qualche foto del giardino prese da Marzia Grossi

Questo slideshow richiede JavaScript.

..ed ecco la proposta di approvazione di approvazione in discussione al Consiglio in questi giorni.

Quartieri o Cantieri? Corteo Sabato ore 15

Quartieri7giugno_corteo o Cantieri?– sulla qualità della vita non si specula!!!” Corteoper le vie del quartiere organizzato da Snia Rischiosa. Ritrovo 7. giugno ore 15 via Frejus angolo via Revello. Arrivo in corso Vittorio Emanuele ang. via Borsellino (Giardini Artiglieri da Montagna) dove ci saranno banchetti informativi. Ascoltatevi lo spot e leggete il volantino.

Assemblea Cavallerizza 14:45 sarà presente a con un banchetto informativo per raccogliere le firme e discutere.

 

Sulle curiosità di Braccialarghe

Dalle pagine de La Stampa di oggi l’assessore alla cultura Braccialarghe si rivolge agli occupanti della cavallerizza dicendo che se avessero un consiglio su dove trovare i soldi per rimetterla in funzione, Lui e l’Aministrazione sarebbero ben lieti di seguirlo. Dato che veniamo interpellati direttamente, rispondiamo.

Pensiamo che le dichiarazioni dell’assessore lascino intendere l’imbarazzo in cui sono le Istituzioni rispetto alla questione Cavallerizza, imbarazzo da cui non abbiamo nessuna intenzione di levarli!

Piuttosto vorremmo sapere, come mai il Comune ha reso disponibile alla vendita, tramite la cartolarizzazione, un bene inalienabile?

La situazione in cui versa la Cavallerizza Reale è frutto delle scelte politiche della coalizione di maggioranza che governa la città ormai da tempo immemore, di cui l’assessore fa parte, non è una mera questione di cifre.

Certamente quando si parla d’investimenti si parla anche di quanto investire, ma è già un passo successivo rispetto allo scegliere su cosa investire. Si è scelto d’investire vari milioni di euro per una rock arena mai utilizzata, per un villaggio olimpico fatiscente già dopo pochi mesi e gli esempi potrebbero andare molto avanti.

Ora gli stessi che hanno fatto queste scelte svendono il patrimonio pubblico in nome del debito che hanno contratto. Dal 23 maggio occupiamo la cavallerizza per impedire la sua svendita e perchè chi governa la città renda conto agli abitanti delle politiche che attua sul territorio.

Le centinaia e centinaia di firme già raccolte perchè la Cavallerizza non sia venduta sono la prima risposta che possiamo dare all’assessore.

 

 

 

Grandi e piccini tutti ai giardini!

La cavallerizza è reale e i giardini dietro sono realmente aperti tutto il giorno, mercoledì 4 giugno!

In mattinata il consiglio comunale  voterà una delibera sulla possibilità di fare un parcheggio sotterraneo sulla porzione di reali inerente la ‘salita delle carrozze’ (tra l’auditorium rai e l’area di prato che converge verso i reali alti).

Da due settimane occupiamo la cavallerizza reale, ogni giorno ce ne prendiamo cura e la facciamo vivere per impedire al comune di venderla. Domani invece di fargli fischiare le orecchie mentre ne parlano in Comune, andiamo a leggergli un libro, cantiamogli una canzone, facciamo un picnic sui prati, facciamogli una carezza stendendo un asciugamano per prendere il sole oppure il solletico con una palla!

Visite guidate, raccolta firme, yoga sul prato… La cavallerizza è reale!

Giardini Reali, Torino

L’appello é online su change.org

change-c-largeEcco l’appello da firmare “difendiamo la Cavallerizza” su change.org: fermiamo la vendita della Cavallerizza Reale, restituiamo il complesso alla collettività, decidiamo il suo futuro con tutti i cittadini!

http://www.change.org/it/petizioni/cittá-di-torino-fermiamo-la-vendita-della-cavallerizza-reale-restituiamo-il-complesso-alla-collettività-decidiamo-il-suo-futuro-con-tutti-i-cittadini

Appello: Difendiamo la Cavallerizza

Ecco l’appello difendiamo la Cavallerizza da firmare su change.org!

Da venerdì 23 maggio la Cavallerizza Reale è stata riaperta alla città. Come abitanti di Torino abbiamo sentito l’esigenza di far rivivere questo meraviglioso pezzo di territorio. Da anni a questa parte, infatti, la Cavallerizza Reale versa in uno stato di degrado sempre più allarmante in seguito al suo progressivo svuotamento, iniziato con lo sfratto di tutti gli inquilini ed ultimato in novembre con la chiusura delle sale gestite dal Teatro Stabile.
Resistono solo poche attività vitali all’interno del complesso, usato ormai per lo più come parcheggio: tra queste lo storico Circolo Beni Demaniali, anch’esso sotto sfratto.

La Cavallerizza Reale è un complesso architettonico unico nel suo genere ed un bene di valore inestimabile, non solo per il suo valore storico ed artistico ma per il significato simbolico che ha assunto negli anni per la città.
È inaccettabile che questo patrimonio di memoria storica e culturale del territorio sia destinato all´abbandono, come dimostrano le pessime condizioni in cui versa, per via di una gestione incurante da parte del Comune che ha trascurato la manutenzione degli stabili. È ancor più inaccettabile che un bene pubblico da sempre attraversato e
vissuto da tutti i cittadini, un luogo di produzione di cultura per tutti gli abitanti, sia stato messo in vendita.
Attraverso un processo di cartolarizzazione, infatti, l’intera area è stata messa all’asta dal Comune di Torino, che l’aveva acquistata dal Demanio per decine di milioni e che nonostante le molte difficoltà incontrate nella ricerca di acquirenti cerca ora di vendere ad ogni costo, anche ad un prezzo decisamente e progressivamente più basso: una
svalutazione che preannuncia una nuova speculazione.

La Cavallerizza Reale è iscritta nell’elenco dei beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell´UNESCO come parte integrante dell´area della “Zona di comando”, parte del più ampio insieme delle residenze sabaude: per la tutela sono necessarie l’integrità fisica degli edifici e la loro fruizione pubblica in ambito culturale. Tuttavia l’amministrazione comunale nel 2012 ha deliberato che la Cavallerizza possa essere destinata a usi di carattere privato, come residenze ed esercizi commerciali. In quest’ottica, apprendiamo da La Stampa del 29 maggio che sarebbero presenti due compratori interessati al bene per farne appartamenti di lusso ed esercizi commerciali. Una simile trasformazione è prevista anche per la vicina area dei Giardini Reali, in cui si prospetta la realizzazione dell´ennesimo parcheggio interrato, riducendo un´importante area verde nel cuore della città in un giardino su soletta.
Ci troviamo pertanto di fronte ad un patrimonio della città che dovrebbe essere liberamente vissuto e frequentato da tutti i cittadini e che invece il Comune vuole svendere, privatizzare e destinare al profitto di pochi: una prospettiva che non possiamo tollerare e che ci stiamo impegnando con forza a contrastare.

Per questo:

  • chiediamo che il complesso della Cavallerizza sia rimosso dal programma di cartolarizzazione del Comune di Torino e sia immediatamente bloccata l´asta per la sua vendita, perché tutto il complesso rimanga di proprietà pubblica;
  • chiediamo che la Cavallerizza, in quanto patrimonio della città e dell’umanità, rimanga sempre aperta ed accessibile a tutti i cittadini: la destinazione degli immobili deve rimanere legata ad una funzione pubblica e ad una fruizione collettiva, ne sia conservata e potenziata la valenza socio-culturale e la natura di luogo di aggregazione; sono del tutto incompatibili e inaccettabili usi impropri di carattere privato e speculativo;
  • chiediamo che il futuro della Cavallerizza venga deciso insieme ai cittadini attraverso processi di gestione partecipativa: in questa prospettiva la destinazione degli immobili deve essere decisa in base alle esigenze reali dei cittadini affinché questo luogo torni ad essere uno dei cuori pulsanti della città.

A partire dalla Cavallerizza sentiamo infine la necessità di costruire un ragionamento collettivo sulle contraddizioni legate alle trasformazioni urbane di Torino e sulle politiche che le hanno generate, per riaffermare l´importanza della partecipazione dei cittadini nel governo del territorio.

Invitiamo pertanto tutti i cittadini a sottoscrivere questo appello ed a partecipare attivamente alle iniziative promosse per fare vivere e difendere la Cavallerizza Reale.

Per aderire, inviate una mail a: assembleacavallerizza1445@gmail.com

PicsArt_1401730771910

SAGRA della Cavallerizza | 31-01 giugno

SAGRA della Cavallerizza | 31-01 giugno 2014 |SABATO 31 MAGGIO

10:00 – 14:00 #CULTURA DELLA CURA
Pulizie del giardino

Allestimento mostra collettiva “Liberi poster in libero spazio”:
999 / HOGRE / RAWTELLA / GALO / MP5 / ELFO / AK / BR1 / HALOHALO / SKESIS / UNO / TO/LET / WEED / GUERRIGLIASPAM / CHEKO’S ART / DOTT.PORKA’S

10:00 – 16:00 #SAGRA DELLE ARTI

Lab: Elementi di tecnica e comunicazione vocale
condotto da Elena Arcuri
(Musicoterapeuta, Docente di Canto e tecnica vocale alla Scuola del Teatro Stabile di Torino, Direttore della scuola del Teatro Litta di Milano)
con pausa pranzo di un’ora 13 – 14.

dalle 16:00 ad oltranza – CANTIERE TEATRO 
a cura di Domenico Castaldo

16.00: GIOCHIAMO AL TEATRO: laboratorio di teatro rivolto ai bambini
Vieni a giocare al teatro isieme alla Cavallerizza. Preparati per un viaggio con i cavalieri spaziali tra giochi, risate, corse matte e fantasia. Non serve nulla: solo il corpo e la voce, per viaggiare insieme a noi nel tempo e nello spazio. A cura di Chiara Bosco e Annarita Anselmi

15:00 – 18:00 #SAGRA DEL GIOCO
il pomeriggio è dei bambini!
i giardini saranno a disposizione per giochi e animazione
dalle 16.30 FAVOLARE -prove pratiche di FantaVolo con La Farfa. Letture animate e giocate. Dai 3 anni in su

18:00 ad oltranza #CULTURA DEL CIBO
Ogni banchetto una delizia
A cura di GermogliaTo, Genuino Clandestino, e Assemblea Cavallerizza 14:45

19:00 – #SAGRA DELLE ARTI con i Tangonauti
lezione base ed esibizione di tre coppie di danzatori argentini – Arena del Tango

21:00 – NELLA PANCIA DEL LUPO
performance di 7 minuti per un’attrice e una pupazza di e con Anna Rita Anselmi
con la partecipazione di Cappuccetto Rosso e il Lupo.
a partire dalle 21 una o più repliche nel Foyer della Cavallerizza

22:00 –  #SAGRA DELLE ARTI – Musica dal vivo
ore 22 – 23.30 – “Liturgia” – Azione per il Popolo. di e con D.Castaldo e LabPerm. Partecipazione aperta, previa adesione all’ingresso.

00:00 –  Dj set by
Terzo Piano United Djs: Giobbi lee boy, Rude Matt, Zizzapawa, ACast…. Roots, Reggae, Dancehall e Jungle dalla Torino che resiste!

DOMENICA 1 GIUGNO

16.00 – I primi passi dell’attore
lab per (non) attori a cura dell’attore argentino Marco di Tieri

18:00 Assemblea pubblica 
Saranno invitati tutti i sottoscrittori dell’appello a visitare Cavallerizza reale e dare il loro sostegno all’iniziativa