Archivi categoria: Polo Letterario

14 mar 2017 philosophy for children in gioco laboratori di pratiche di filosofia

Secondo appuntamento con philosophy for children  martedì 14 marzo alle 18.30 riprende il ciclo di incotri “Philosophy for cildren in gioco – laboratori di pratiche di filosofia al Polo Letterario della Cavallerizza

Insieme di pratiche filosoficamente autonome è una rete informale che ha come proposito quello di dare vita a percorsi di approfondimento, ricerca e formazione intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio, ed esercizio critico. Particolare attenzione verrà dedicata all’idea d’infanzia e al suo rapporto con la filosofia, alla philosophy for children e al suo possibile fluire in post philosophy for children, alle diverse esperienze di philosophy for community che in questi ultimi anni hanno trovato realizzazione in una pluralità di contesti.

La filosofia, in questa prospettiva, non si presenta solo come esposizione di contenuti, ma intende anche avvicinare, in modo critico, la complessità delle vicende che attraversano gli individui e la società. Un’apertura, un filosofare, un tentativo di creazione concettuale più che una rivisitazione del filosofato o una riproduzione del sapere. Le pratiche di filosofia divengono, in questa luce, un invito aperto per coloro che desiderano mettere in gioco il proprio pensiero, impegnarsi nella ricerca di senso, riflettere criticamente sull’esistente insieme ad altri/e.

Le attività si svilupperanno a partire da un approfondimento che avrà il compito di gettare luce su un tema, individuando delle possibili linee di ricerca. Successivamente la lettura condivisa di un testo offrirà lo spunto per inaugurare un’esperienza di pensiero che si realizzerà con il sostegno di un facilitatore-complicatore. Lavoreremo in modo dialogico, ispirandoci alla pratica della comunità di ricerca e alla philosophy for children-community. Per partecipare non è richiesta alcuna competenza “specifica” in campo filosofico: l’invito è rivolto a tutti coloro che considerano il pensare insieme un’esperienza piacevole e capace di offrire ulteriori possibilità per interrogare criticamente l’esistente.

14 Febbraio ore 18.30 “Infanzia e filosofia” esperienza di pensiero a cura di Walter Kohan filosofo dell’educazione (Università di Rio de Janeiro) è professore ordinario di Filosofia dell’Educazione all’Università di Rio de Janeiro. È ricercatore del Consiglio Nazionale di Ricerca (CNOQ) e del programma FAPERJ. Dal 1999 al 2001 è stato Presidente dell’associazione internazionale di filosofia con i bambini (ICPIC). E’ autore e co-autore di numerosi libri. Tra questi in Italia sono stati pubblicati: Infanzia e filosofia, Morlacchi editore, Perugia, con Vera Waksmann, Fare filosofia con i bambini, Liguori editore, Napoli 2013 e La filosofia come paradosso, Aracne, Roma 2014 ha contribuito nei volumi collattanei Philosophy for children in gioco, Mimesis a cura di Silvia Bevilacqua e Pierpaolo Casarin.

Prossimi incontri

14 Marzo ore 18.30 “Prendersi cura della città. Fare spazio al terzo paesaggio?” a cura di Patrizia Ottone e Gaia Giovine (esperte facilitatrici di pratiche di filosofia)

11 Aprile ore 18.30 “Decentriamoci” Roberto Franzini Tibaldeo (saggista ed esperto in philosophy for children /community Università di Louvain)

9 Maggio ore 18.30Un’intelligenza carica di terra. Alain e il movimento del pensiero” a cura di Roberto Peverelli (saggista e filosofo)

13 Giugno ore 18.30 “Utopie d’inizio” a cura di Silvia Bevilacqua (formatrice in pratiche di filosofia e philosophy for children for community)

14 feb 2017 philosophy for children in gioco laboratori di pratiche di filosofia

Da martedì 14 febbraio alle 18.30 riprende il ciclo di incotri “Philosophy for cildren in gioco – laboratori di pratiche di filosofia al Polo Letterario della Cavallerizza

Insieme di pratiche filosoficamente autonome è una rete informale che ha come proposito quello di dare vita a percorsi di approfondimento, ricerca e formazione intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio, ed esercizio critico. Particolare attenzione verrà dedicata all’idea d’infanzia e al suo rapporto con la filosofia, alla philosophy for children e al suo possibile fluire in post philosophy for children, alle diverse esperienze di philosophy for community che in questi ultimi anni hanno trovato realizzazione in una pluralità di contesti.

La filosofia, in questa prospettiva, non si presenta solo come esposizione di contenuti, ma intende anche avvicinare, in modo critico, la complessità delle vicende che attraversano gli individui e la società. Un’apertura, un filosofare, un tentativo di creazione concettuale più che una rivisitazione del filosofato o una riproduzione del sapere. Le pratiche di filosofia divengono, in questa luce, un invito aperto per coloro che desiderano mettere in gioco il proprio pensiero, impegnarsi nella ricerca di senso, riflettere criticamente sull’esistente insieme ad altri/e.

Le attività si svilupperanno a partire da un approfondimento che avrà il compito di gettare luce su un tema, individuando delle possibili linee di ricerca. Successivamente la lettura condivisa di un testo offrirà lo spunto per inaugurare un’esperienza di pensiero che si realizzerà con il sostegno di un facilitatore-complicatore. Lavoreremo in modo dialogico, ispirandoci alla pratica della comunità di ricerca e alla philosophy for children-community. Per partecipare non è richiesta alcuna competenza “specifica” in campo filosofico: l’invito è rivolto a tutti coloro che considerano il pensare insieme un’esperienza piacevole e capace di offrire ulteriori possibilità per interrogare criticamente l’esistente.

14 Febbraio ore 18.30 “Infanzia e filosofia” esperienza di pensiero a cura di Walter Kohan filosofo dell’educazione (Università di Rio de Janeiro) è professore ordinario di Filosofia dell’Educazione all’Università di Rio de Janeiro. È ricercatore del Consiglio Nazionale di Ricerca (CNOQ) e del programma FAPERJ. Dal 1999 al 2001 è stato Presidente dell’associazione internazionale di filosofia con i bambini (ICPIC). E’ autore e co-autore di numerosi libri. Tra questi in Italia sono stati pubblicati: Infanzia e filosofia, Morlacchi editore, Perugia, con Vera Waksmann, Fare filosofia con i bambini, Liguori editore, Napoli 2013 e La filosofia come paradosso, Aracne, Roma 2014 ha contribuito nei volumi collattanei Philosophy for children in gioco, Mimesis a cura di Silvia Bevilacqua e Pierpaolo Casarin.


Prossimi incontri

14 Marzo ore 18.30 “Prendersi cura della città. Fare spazio al terzo paesaggio?” a cura di Patrizia Ottone e Gaia Giovine (esperte facilitatrici di pratiche di filosofia)

11 Aprile ore 18.30 “Decentriamoci” Roberto Franzini Tibaldeo (saggista ed esperto in philosophy for children /community Università di Louvain)

9 Maggio ore 18.30Un’intelligenza carica di terra. Alain e il movimento del pensiero” a cura di Roberto Peverelli (saggista e filosofo)

13 Giugno ore 18.30 “Utopie d’inizio” a cura di Silvia Bevilacqua (formatrice in pratiche di filosofia e philosophy for children for community)

29 novembre 2016 Laboratorio di pratiche filosofiche

29 Novembre ore 18.30 “Aperture” presentazione degli incontri a cura di Pierpaolo Casarin (formatore in pratiche di filosofia e philosophy for children for community)

 

Insieme di pratiche filosoficamente autonome è una rete informale che ha come proposito quello di dare vita a percorsi di approfondimento, ricerca e formazione intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio, ed esercizio critico. Particolare attenzione verrà dedicata all’idea d’infanzia e al suo rapporto con la filosofia, alla philosophy for children e al suo possibile fluire in post philosophy for children, alle diverse esperienze di philosophy for community che in questi ultimi anni hanno trovato realizzazione in una pluralità di contesti.

La filosofia, in questa prospettiva, non si presenta solo come esposizione di contenuti, ma intende anche avvicinare, in modo critico, la complessità delle vicende che attraversano gli individui e la società. Un’apertura, un filosofare, un tentativo di creazione concettuale più che una rivisitazione del filosofato o una riproduzione del sapere. Le pratiche di filosofia divengono, in questa luce, un invito aperto per coloro che desiderano mettere in gioco il proprio pensiero, impegnarsi nella ricerca di senso, riflettere criticamente sull’esistente insieme ad altri/e.

La philosophy for children/community La Philosophy for Children (P4C) nasce nei primi anni Settanta grazie al lavoro di Matthew Lipman, docente di Filosofia e Logica presso la Columbia University di New York. L’attività, ampiamente affermatasi negli anni in molti paesi del mondo, muove dal presupposto che la filosofia detenga un valore formativo giacché consente di riflettere, oltre che sui contenuti, anche sui metodi e sulle procedure sviluppate. La Philosophy for Children, pertanto, non si prefigge l’insegnamento della filosofia e non va quindi intesa come trasmissione di sapere.

Le attività si svilupperanno a partire da un approfondimento che avrà il compito di gettare luce su un tema, individuando delle possibili linee di ricerca. Successivamente la lettura condivisa di un testo offrirà lo spunto per inaugurare un’esperienza di pensiero che si realizzerà con il sostegno di un facilitatore-complicatore. Lavoreremo in modo dialogico, ispirandoci alla pratica della comunità di ricerca e alla philosophy for children-community. Per partecipare non è richiesta alcuna competenza “specifica” in campo filosofico: l’invito è rivolto a tutti coloro che considerano il pensare insieme un’esperienza piacevole e capace di offrire ulteriori possibilità per interrogare criticamente l’esistente.

CALENDARIO PROSSIMI APPUNTAMENTI NEL 2017:

17 Gennaio ore 18.30 “Vuoti di sapere” a cura di Rosella Prezzo (filosofa e saggista Università di Verona)

14 Febbraio ore 18.30 “Infanzia e filosofia” a cura di Walter Kohan filosofo dell’educazione (Università di Rio de Janeiro)

14 Marzo ore 18.30 “Prendersi cura della città. Fare spazio al terzo paesaggio?” a cura di Patrizia Ottone e Gaia Giovine (esperte facilitatrici di pratiche di filosofia)

11 Aprile ore 18.30 “Decentriamoci” Roberto Franzini Tibaldeo (saggista ed esperto in philosophy for children /community Università di Louvain)

9 Maggio ore 18.30 “Un’intelligenza carica di terra. Alain e il movimento del pensiero” a cura di Roberto Peverelli (saggista e filosofo)

13 Giugno ore 18.30 “Utopie d’inizio” a cura di Silvia Bevilacqua (formatrice in pratiche di filosofia e philosophy for children for community)

info e contatti:

filosofiautonoma@gmail.com

www.insiemedipratichefilosoficamenteautonome.it

pololetterario@cavallerizzareale.org

www.cavallerizzareale.org

 

15 giugno 2016 – Presentazione del libro “Logiche dello sfruttamento oltre la dissoluzione del rapporto salariale”

Assemblea Cavallerizza 14:45 e Il Polo Letterario in collaborazione con Piattaforma spettacolo arte e conoscenza presentano mercoledì 15 giugno 2016 alle ore 18.00  il libro “Logiche dello sfruttamento oltre la dissoluzione del rapporto salariale” autori: chicchi, Leonardi, lucarelli.
presentazione libro1

Lo sfruttamento è ancora oggi la chiave imprescindibile per comprendere il capitalismo e le sue intrinseche contraddizioni. Tuttavia, con la crisi del modello di sviluppo industriale e fordista, il rapporto salariale perde progressivamente la sua centralità sociale, esplodendo, fino quasi a dissolversi. Conseguentemente, i modi del comando capitalistico mutano drasticamente. Seguendo un approccio interdisciplinare, gli autori cercano di spiegare come le logiche dello sfruttamento si organizzano e funzionano in questo nuovo scenario, a partire dalla convinzione che sia necessario rivisitare l’armamentario concettuale della tradizione marxiana.
Ne discuteremo con Emanuele Leonardi e Stefano Lucarelli (co-autore), provando ad ampliare il discorso anche in riferimento a quanto sta accadendo in Francia dove il movimento spontaneo e auto organizzato “Nuit Debout” si sta opponendo alla riforma del lavoro proposta dal governo francese. Opposizione dura, numerosa e di composizione trasversale che a differenza di quanto accaduto in Italia dove il job act e’ diventato legge nel quasi piu’ assoluto silenzio, sta cercando di impedire la modifica delle leggi sul lavoro: da una rivisitazione al ribasso dei salari a una sempre piu’ precarizzazione del posto di lavoro alla la mercificazione dei diritti dei lavoratori

luogo: Polo Letterario
ingresso: libero Continua a leggere 15 giugno 2016 – Presentazione del libro “Logiche dello sfruttamento oltre la dissoluzione del rapporto salariale”

3 giugno 2016 Visita virtuale “Alfons Mucha e le atmosfere de l’Art Nuveau

Venerdì 3 giugno 2016, alla Cavallerizza Reale di Torino, Stefania Cretella illustra l’esposizione in corso a Palazzo Ducale di Genova “Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau” con la proiezione della visita virtuale. Continua a leggere 3 giugno 2016 Visita virtuale “Alfons Mucha e le atmosfere de l’Art Nuveau