Tutti gli articoli di beatricejambe

Assemblea Cittadina | Presentazione mozione per l’uso civico | 7.05.17 ore 16:30

Sabato 6 maggio dalle ore 9:00 alle 12:30 si terrà, nel Maneggio Alfieriano dell’Ex Cavallerizza Reale, il tavolo di lavoro organizzato dall’Amministrazione comunale sul “Futuro della Cavallerizza”.
All’incontro sono stati invitati i soggetti individuati dall’ Amm.ne come “portatori di interesse” e i Cittadini potranno partecipare come uditori e osservatori.
La settimana scorsa, ricevuto l’invito, abbiamo richiesto l’invio di un documento di chiarificazione di obiettivi e modalità dell’incontro, documento che attendiamo e di cui daremo diffusione alla Cittadinanza una volta ricevuto.
Abbiamo quindi convocato per domenica 7 maggio ore 16:30 in Cavallerizza un’ ASSEMBLEA CITTADINA invitando la cittadinanza e tutti i/le consiglieri comunali e circoscrizionali a confrontarsi sulla proposta di mozione elaborata in questi mesi dall’Assemblea per il riconoscimento dell’Uso Civico e Collettivo degli spazi.
Riportiamo, inoltre, le ultime novità di oggi dal Consiglio Comunale impegnato nell’approvazione del bilancio: sembra che, diversamente da quanto affermato in data 19.12.2016 in Consiglio, la Cavallerizza quest’anno non verrà decartolarizzata, neanche in parte.
Domenica 7 maggio ore 16:30 – Cavallerizza
Vi aspettiamo numeros* in questo momento decisivo! Cavallerizza è per tutt*!
Aiutateci a far girare!

La Cavallerizza ha invitato tutti i consiglieri comunali, espressione della volontà politica dei cittadini di Torino, a partecipare all’assemblea pubblica del 7 maggio 2017, che si terrà negli spazi della Cavallerizza, per discutere la proposta di mozione elaborata dall’Assemblea.
Invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa a questo momento di confronto.

Annunci

Che cos’è il biglietto ribaltato?

Con il “biglietto ribaltato” è lo spettatore che decide, una volta visto lo spettacolo, di pagare ciò che considera opportuno e giusto.

È un allenamento di responsabilità dove lo spettatore deve tener conto che la produzione e la presentazione di uno spettacolo teatrale ha costi che includono anche la retribuzione agli artisti.

Tenendo conto di questo e della sua possibilità economica, lo spettatore stabilisce il proprio prezzo d’entrata.

All’ingresso in teatro non viene chiesto di pagare un biglietto ma la responsabilità di quanto costa lo spettacolo o la performance è dello spettatore che, al termine della serata, decide quanto sia il prezzo considerando:
1. la qualità dello spettacolo visto;
2. la quantità di lavoro che, secondo lui, la compagnia ha impiegato per creare lo spettacolo o la performance;
3. il lavoro di Cavallerizza Irreale inteso come organizzazione, ospitalità, allestimento tecnico, accoglienza;
4. le sue possibilità economiche;

Istruzioni per lo spettatore:
– All’ingresso viene dato un biglietto simbolico allo spettatore.
– All’uscita si restituisce il biglietto e si paga il costo (inteso da Cavallerizza come risultato del pensiero, del giudizio, della cura e delle proprie possibilità economiche come cittadino e spettatore).

Siamo certi che vedrai il “biglietto ribaltato” come un’opportunità per dare valore a uno spettacolo, un laboratorio o ciò che sarà. Saprai sicuramente adattarlo alla tua situazione economica.

Il nostro desiderio è quello di riformulare il consumo della cultura, di adattare la nostra offerta a tutti i portafogli e creare una comunicazione diretta tra spettatore e artista.

Dichiarazione dell’Amministrazione in Consiglio Comunale: “Cavallerizza verrà Decartolarizzata”

Rassegna stampa della seduta in consiglio comunale del 19.12.2016

 

torinotoday  Cavallerizza Reale, Montanari: “La restituiremo a cittadini e associazioni”. L’amministrazione dovrà trovare i soldi per decartolarizzare l’edificio e successivamente coinvolgere nella sua gestione diversi soggetti

Torinoggi  L’Assemblea Cavallerizza allo Stabile: “Sì ad uso spazi, ma senza priveligi”. “La Cavallerizza Reale non è un pezzo di città da spartire, ma un Bene Comune da preservare”

Mole24 La Cavallerizza non è più in vendita: diventerà un luogo culturale

Audio del dibattito in CC

Le Bufale

BUFALE.jpg

Il consigliere Domenico “Mimmo” Carretta (PD) ha portato nell’aula del consiglio comunale alcune foto di lavori in corso e di ponteggi presenti in Cavallerizza, sostenendo che siano stati messi di recente dagli occupanti per svolgere senza autorizzazione lavori di ristrutturazione.

In relazione all’intervento e a quanto riportato negli articoli di alcune testate giornalistiche, Assemblea Cavallerizza 14:45 ritiene opportuno e doveroso riportare a seguire alcune precisazioni su questa bufala.

I ponteggi riportati in alcune fotografie non sono altro che i lasciti dell’incuria adoperata dalla Fondazione Teatro Stabile di Torino. Uno dei molti scempi operati all’interno del perimetro della Cavallerizza Reale e che abbiamo denunciato all’Unesco con una nuova lettera a marzo 2016.

Prendiamo atto che, anche in questa legislatura, il PD Torinese è a corto di argomenti validi, confermando il proprio modus operandi fatto di notizie false e manipolazioni, sempre a favore di pochi amici ed a discapito dei Cittadini torinesi.

Ci auguriamo che il consigliere Mimmo Carretta abbia realmente a cuore la tutela del Bene e indaghi quindi con solerzia sui lavori di ristrutturazione operati dal Teatro Stabile in passato.

Rassegna stampa delle bufale:

Nuovasocietà

Torinoggi

Risposte di Assemblea14:45 alle bufale:

Risposta di AC14:45 a Nuovasocietà

Risposta di AC14:45 a Torinoggi

Lettera alla Sindaca | Seduta consiglio comunale 19.12.2016

A seguito dell’audizione del Teatro Stabile, sulla stagione 2016/17, e delle richieste di affidamento del Maneggio Alfieriano il Consigliere Domenico Carretta (PD) ha richiesto alla Sindaca di riferire sulla questione Cavallerizza Reale e in particolare sull’ipotesi di concessione del Maneggio Alfieriano al Teatro Stabile.

Ieri siamo andati in Consiglio Comunale per ascoltare le dichiarazioni dell’Amministrazione sulla questione Cavallerizza.
Qui la lettera con le nostre richieste rivolte alla Sindaca, qui la lettera scritta in risposta alle pretese dello Stabile e qui l’audio relativo al dibattito in Consiglio Comunale.