ANOMALIE DAL 14 AL 17/9/2017


Produzione culturale e processo istituente
Dal 14 al 17 Settembre 2017 | Cavallerizza – Torino

Chiamata internazionale agli spazi di produzione culturale autogovernati dalle comunità di cittadin* e lavorator*.

L’incontro ha l’obiettivo di creare uno spazio di relazione fra i soggetti partecipanti e favorire la definizione di un network per lo scambio di informazioni, per la messa a sistema e la reciproca valorizzazione delle produzioni culturali e per la proposta di azioni collettive tese al mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno.
Cavallerizza, come altre esperienze di commoning in centri culturali indipendenti, nasce e cresce attraverso la partecipazione diretta della cittadinanza ad un processo vivo di creazione di valore sociale e culturale: Un valore inestimabile che viene sprigionato nei territori facendosi forza costituente di un modo nuovo di accedere all’arte, alla conoscenza e agli strumenti di produzione.
Ragionare sui mercati culturali, sulla proprietà intellettuale e sugli assetti proprietari degli strumenti: La promozione di nuovi modelli di gestione delle filiere si fa strumento di lotta, in un momento storico nel quale le industrie culturali tremano sotto i colpi dell’innovazione tecnologica e la decentralizzazione dei processi di finanziamento e distribuzione è dominante.
L’iniziativa è strutturata lungo tre giorni, con un primo giorno (Giovedì 14) di apertura informale. Le giornate di Venerdì 15 e Sabato 16 Settembre vedranno alternarsi workshop, incontri ed assemblee sui temi dell’autogoverno, degli usi civici e della produzione culturale: Le serate di Venerdì e Sabato e la giornata di Domenica saranno invece dedicate al teatro, alla musica e all’esibizione delle produzioni degli spazi partecipanti.
Oltre al partecipare con le istanze politiche che caratterizzano la Vostra azione sociale e politica sui territori, vi invitiamo quindi a rispondere alla chiamata indicando, se lo volete, una produzione proveniente dal vostro percorso da portare con voi e da programmare all’interno della tre giorni.

Chi siamo?

La Cavallerizza Reale di Torino è un centro culturale indipendente in autogoverno dal Maggio del 2014. Bene comune e già patrimonio UNESCO, si inserisce ed agisce all’interno del percorso politico già sperimentato da altri soggetti sul territorio nazionale negli ultimi anni.
La sperimentazione e la pratica quotidiana di un modello di governance innovativo basato sulla partecipazione della cittadinanza e lo scardinamento degli standard giuridici sull’individualismo proprietario, lo sviluppo di nuovi paradigmi produttivi e di distribuzione della cultura, la costruzione e la crescita di una comunità di artisti, cittadini e attivisti basata sull’interdipendenza dei ruoli e sulla distribuzione dei poteri: queste sono le sfide che stiamo affrontando, questa è Cavallerizza oggi.
Al suo interno è nata spontaneamente una comunità aperta, inclusiva ed auto-organizzata che, senza finanziamenti pubblici, ha generato nel corso di 3 anni un’importante produzione culturale garantendo un’accessibilità totale al pubblico, promuovendo la condivisione dei mezzi di produzione, la formazione gratuita di nuove competenze, il coinvolgimento attivo degli abitanti della città nell’autogoverno dei beni pubblici per trasformarli in beni comuni emergenti.
Un esempio su tutti della produzione di Cavallerizza è “Here”, festival delle arti a chiamata internazionale giunto quest’anno alla seconda edizione che ha visto coinvolti 400 artisti, registrando in 10 giorni più di 10.000 presenze.

——————————— ———————————————

TIMETABLE

TAVOLI:
I tavoli si svolgeranno sabato 16 Settembre dalle 10 alle 13, e dalle 15 alle 20

1. ASSETTO PROPRIETARIO E RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI

Temi:
– rapporti con le istituzioni
– usi civici e altre forme di riconoscimento

Obiettivi:
– mutuo sostegno politico nei processi di autogoverno e di riconoscimento istituzionale
– piattaforma di comunicazione ed elaborazione comune: narrazione, confronto, coordinamento, avanzamento
– Proposta di costruzione di momenti tematici a livello nazionale e internazionale

2. PRODUZIONE CULTURALE INDIPENDENTE

Temi:
– finanziamento e sostenibilità
– circuitazione delle produzioni e delle competenze fra gli spazi della rete (programmazione artistica e autoformazione allargata)
– rapporto fra produzione culturale indipendente e mercato culturale mainstream

Obiettivi:
– mappatura mezzi di produzione negli spazi: laboratori, spazi per la musica, sale cinema, etc
– adozione strumenti comuni per la circuitazione delle produzioni indipendenti e la promozione di un nuovo modo di produzione nel mercato mainstream (ex. CTRL)
– proposta piattaforme di aggregazione tra produttori a livello nazionale (ex. festival etichette indipendenti etc)
– lancio di momenti di elaborazione sulle filiere in cui sono già attivi percorsi (ex:incontro tra i festival di editoria/fumetto/illustraz./serigrafia)

3. GOVERNANCE DEI BENI COMUNI

Temi:
– accessibilità
– economie
– autogoverno

Obiettivi:
– mappatura delle forme di governance
– scambio informazioni

——————————————————————————-

PROGRAMMA:

Giovedì 14 settembre – Apertura informale –
h 22.00 – 01.30: Mystic Jam

Venerdì 15 settembre
Pomeriggio: accoglienza
Sera: conferenza – “Beni comuni e usi civici urbani” (provvisorio)
Arti della scena e musicali

Sabato 16 settembre
Giornata: Tavoli ore 9:30 – 13:00 e 15:00 – 20:00
Sera: Arti della scena e musicali

Domenica 17 settembre
Mattino: plenaria di chiusura, rilancio percorso – ore 11:30 – 13:00
Giornata – ore 16:00 – 00:00

Concerto e performances dei gruppi di lavoro degli spazi che chiederanno di partecipare (Musica, teatro, arti visive etc)

—————————————————————————-

ANOMALIE
Cultural production and institutional process
From 14 to 17 September 2017 | Cavallerizza – Turin

International call to cultural production spaces Self-governed by community of citizens and workers .

The meeting aims to create a space and relationship between the participants and foster the definition of a network for exchange of information, for system setting and mutual enhancement of cultural productions and for the proposed collective action aimed at mutual political support in self-government processes.
Cavallerizza, like other commoning experiences in independent cultural centers born and grows through the direct participation of citizenship in a living process of creating social and cultural value: An invaluable value that is released into the territories as a constituent force of a new way of accessing art, knowledge and production tools.
Rely on cultural markets, intellectual property, and instrument ownership: Promoting new chain management models is a means of struggle ,in a historic moment in which cultural industries tremble under the shots of technological innovation and the decentralization of financing and distribution processes is dominant.
The initiative is structured over three days, with an informal opening on Thursday (14th). Friday and Saturday (15-16 September) will be alternating workshops, Meetings and assemblies on issues of self-government, civic use and cultural production, Friday and Saturday evenings and Sunday will be dedicated to the theater, music and to the exhibition of the productions of the participating spaces.
In addition to participating with the political instances that characterize your social and political action on the territories, we invite you to respond to the call by indicating a production from your path, to be taken with you and scheduled within the three days.
Who are we?
The Cavallerizza Reale in Turin is an independent cultural center in self-government since May 2014. Common and already UNESCO heritage, it fits in and acts within the political path already experienced by other subjects on national territory in recent years.
The experimentation and the daily practice of a model of innovative governance based on citizen participation and the discarding of legal standards on proprietary individualism, the development of new productive paradigms and the distribution of culture, the construction and growth of a community of artists, citizens and activists based on the interdependence of roles and the distribution of powers; These are the challenges we are facing, this is Cavalry today.
An open, inclusive and self-organized community was spontaneously born within it that has generated an important cultural production over the course of 3 years without public funding, ensuring total public access, Promoting the sharing of means of production, new skils free training, The active involvement of the inhabitants of the city in the self-government of goods Public to transform them into emerging commodities.
An example of all of Cavallerizza’s production is here; this year’s International calling arts festival second edition that has involved 400 artists, recording 10 days in more than 10,000 appearances.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...